Italia
 

Le domande che aiutano a crescere

A

A

I bambini sono abituati a sentirsi fare un’infinità di domande dai propri genitori nel corso della giornata, quali “Che cosa hai fatto oggi a scuola?” “Ti sei lavato le mani?” “Hai finito i compiti?” “Cosa preferisci mangiare a merenda?”. Domande che perlopiù riguardano aspetti molto pratici ed elementari della vita quotidiana. Ma queste , per quanto necessarie, non sono le uniche cose che dovremmo chiedere ai nostri figli. Ci sono delle domande che forse pochi di noi hanno rivolto ai propri bambini, ma che invece hanno un forte impatto al di là di sostenere la comprensione tra genitori e figli. Qui vogliamo suggerirvi alcune quesiti che nel bambino favoriscono lo sviluppo di una mentalità ricettiva e un’attitudine positiva nei confronti di sé e del mondo esterno.

  • Qual è la cosa che fai che ti rende più felice?

Il bambino comprende di poter scegliere liberamente tra tante possibilità e quindi si sente incoraggiato a ricercare la propria felicità; allo stesso modo da adulto cercherà di raggiungere quegli obiettivi professionali ed emotivi che più lo soddisfano.

  • Che cosa puoi insegnare agli altri?

Il bambino si sente valorizzato nella sua unicità perché capisce che può non solo ricevere ma anche offrire agli altri. Oltre ad aumentare l’autostima questa domanda incoraggia l’apprendimento in generale.

  • Qual è la cosa più bella/ più brutta che ti è successa?

Mettendo in luce gli avvenimenti migliori e peggiori incontrati sinora sottolineiamo che la vita non è una fiaba, ma che anche le cose più brutte sono destinate a passare e in ogni caso c’è sempre un insegnamento che possiamo trarre da ogni momento della nostra vita.

  • Come pensi che si senta quella persona?

E’ facile concentrarsi solo sui propri bisogni e le proprie emozioni, tuttavia per costruire relazioni solide ed evitare conflitti superflui in futuro è importante incoraggiare l’empatia. Con questa domanda si incoraggia il bambino ad essere più comprensivo e compassionevole, e quindi più disposto a capire ed aiutare gli altri.

  • Come pensi che sarà la tua vita futura?

Con questa domanda il bambino viene invitato ad immaginare e ad iniziare a pianificare il suo futuro, vicino o lontano. Scoprire cosa desidera il proprio figlio è importante anche per i genitori, perché consente loro di sostenerlo nella realizzazione dei propri obiettivi

  • Se da grande diventassi famoso, per cosa ti piacerebbe esserlo?

Sentiamo parlare di personaggi famosi per svariate ragioni tutti i giorni, ma sappiamo come nostro figlio definisce il successo? E’ solo la popolarità o qualcos’altro? Ascoltando la sua risposta possiamo capire quali sono i suoi modelli di riferimento e i valori a cui attribuisce più importanza.

  • Se potessi come cambieresti il mondo? 

Alcune ricerche dimostrano che l’anticipazione della felicità porta più gioia che la felicità stessa. Le persone felici sono quelle che vedono i problemi come ostacoli superabili e considerano se stessi capaci di adoperarsi per risolverli.

Per leggere l’intero articolo: http://www.lifehack.org/articles/lifestyle/15-questions-ask-your-kids-help-them-have-good-mindsets.html?bd=2015527