Opinioni di uno studente di inglese teenager serbo

2264 Views

Tempo di lettura: 3 minuti

Tatjana Petkovic, il Serbian National Franchisor, è orgoglioso del suo nuovo e unico strumento di marketing: una rivista di una pagina che mette in evidenza i risultati dei loro ragazzi che hanno qualcosa di interessante da condividere su se stessi, in inglese!

 Il primo articolo è scritto da un Teen English studente che dimostra la sua impressionante fluenza dell’inglese per iscritto, mentre ci regala uno scorcio di com’è la sua vita da giovane adolescente serbo.helen doron teenager inglese< /b>

Mi chiamo Relja Popović. Ho 11 anni e prima di raccontarvi una settimana della mia vita, ecco qualcosa di me:

Nel tempo libero mi piace giocare ai videogiochi sul tablet e sul portatile. Mi piace anche disegnare e leggere fumetti. I miei fumetti preferiti sono i fumetti “Marvel” e il mio gioco preferito è “League of Legends”. La cosa divertente è che tutti mi “gridavano” di scaricare il gioco e quando l’ho fatto mi dicevano che era “noioso” e stupido. Ora che mi conosci, ti accompagnerò attraverso una settimana della mia vita.

Quindi è lunedì. Mi sveglio come al solito, faccio la mia routine mattutina e mi vesto. Poi guardo spesso la televisione. Finché mia sorella non si sveglierà, ovviamente. Poi mi fa cambiare canale dove guarda HSPCA, ASPCA, Natural Born Hunter… Mi piace guardare Disney Channel e Disney XD, ma i miei genitori pensano che sia stupido. Non sono d’accordo con loro ovviamente. GENITORI!!! Vado a scuola alle 13:30, per non perdere l’autobus.

La scuola a volte è noiosa, a volte divertente. La mia prima materia lunedì è l’inglese. Grande! È come se avessi un argomento in meno. Che bell’inizio di settimana. Poi ho un’altra delle mie materie preferite: Storia. È quasi come se nessun altro potesse parlare tranne me, perché continuamente “rivelo” fatti divertenti e alcune cose interessanti, nonché informazioni davvero utili per la classe che il mio insegnante dimentica. Forse è per questo che parteciperò al concorso di storia.

La prossima è la lezione migliore di tutte: la pausa! Abbiamo anche la nostra routine: correre fuori, comprare il pranzo, correre indietro, usare il tempo rimasto per parlare, passeggiare o infilarsi nel recinto e sedersi nel parco della scuola dove nessuno va mai perché pensa di non farcela la recinzione. Quindi è matematica. È scrivere, scrivere, scrivere e studiare… ma lo so e parteciperò anch’io alla competizione, una cosa davvero stupida… Quindi il prossimo argomento: russo. Ci piace, ma è difficile e ogni volta che abbiamo finito, ci sentiamo come se avessimo bisogno di un viaggio al pronto soccorso perché le nostre dita quasi cadevano. PE: Lunedì giochiamo a calcio o pallamano, martedì corriamo e facciamo atletica, mercoledì ping pong, qualunque cosa sia, finiamo per stancarci. Il prossimo è il serbo. È facile. Ci occupiamo solo di grammatica e ortografia… tutto qui. Ci sono due lezioni che mi piacciono molto e sono Geografia e disegno, pittura e scultura (sono impartite come un’unica materia). Abbiamo un insegnante di geografia davvero “stravagante”. Quando i bambini cominciano a scherzare e a scherzare in classe, la maggior parte degli insegnanti li punisce… ma non lei. Si unisce a loro e per di più ci porta fuori a fare battaglie a palle di neve e qualche volta colpisce qualche ragazzo a caso con una palla di neve e qualche volta ne prende uno in faccia. Su D.P.S (questo è ciò che chiamiamo disegno, pittura e scultura) facciamo ogni sorta di cose divertenti come cartapesta, scultura con argilla da modellare e argilla normale, nonché una tecnica di graffito (piombo) per grattare via la vernice nera (spesso eseguita sui muri ).

Nel tempo libero, se così posso chiamarlo, perché non ne ho quasi nessuno (cioè tranne il martedì quando non ho altro che scuola), il lunedì e il giovedì parlo inglese. La scuola di inglese: Helen Doron era un bersaglio . Ho frequentato due scuole di inglese prima e quando ho fondato Helen Doron tutto quello che potevo dire era: oki-doki. Ora lo scrivo in inglese!

Mercoledì, venerdì, sabato e domenica ho basket. Suono in un club chiamato “Cerak“. Non posso mai aspettare abbastanza per il fine settimana perché è il periodo in cui frequento la scuola di fumetto e illustrazione “Đorđe Lobačev”. Quelle sono le dieci ore migliori della settimana. Mi piace molto. Una cosa interessante da sapere è che la domenica dopo aver finito questo articolo, sarò protagonista di un fumetto radiofonico (racconteremo il nostro fumetto alla radio). Quando uscirà, probabilmente sarà finito. Altrimenti accendete la radio Belgrado 1 e ascoltateci.

Non è facile essere adolescenti, ma devi conviverci.


//

2265 Views

Tatjana Petkovic, il Serbian National Franchisor, è orgoglioso del suo nuovo e unico strumento di marketing: una rivista di una pagina che mette in evidenza i risultati dei loro ragazzi che hanno qualcosa di interessante da condividere su se stessi, in inglese!

 Il primo articolo è scritto da un Teen English studente che dimostra la sua impressionante fluenza dell’inglese per iscritto, mentre ci regala uno scorcio di com’è la sua vita da giovane adolescente serbo.helen doron teenager inglese< /b>

Mi chiamo Relja Popović. Ho 11 anni e prima di raccontarvi una settimana della mia vita, ecco qualcosa di me:

Nel tempo libero mi piace giocare ai videogiochi sul tablet e sul portatile. Mi piace anche disegnare e leggere fumetti. I miei fumetti preferiti sono i fumetti “Marvel” e il mio gioco preferito è “League of Legends”. La cosa divertente è che tutti mi “gridavano” di scaricare il gioco e quando l’ho fatto mi dicevano che era “noioso” e stupido. Ora che mi conosci, ti accompagnerò attraverso una settimana della mia vita.

Quindi è lunedì. Mi sveglio come al solito, faccio la mia routine mattutina e mi vesto. Poi guardo spesso la televisione. Finché mia sorella non si sveglierà, ovviamente. Poi mi fa cambiare canale dove guarda HSPCA, ASPCA, Natural Born Hunter… Mi piace guardare Disney Channel e Disney XD, ma i miei genitori pensano che sia stupido. Non sono d’accordo con loro ovviamente. GENITORI!!! Vado a scuola alle 13:30, per non perdere l’autobus.

La scuola a volte è noiosa, a volte divertente. La mia prima materia lunedì è l’inglese. Grande! È come se avessi un argomento in meno. Che bell’inizio di settimana. Poi ho un’altra delle mie materie preferite: Storia. È quasi come se nessun altro potesse parlare tranne me, perché continuamente “rivelo” fatti divertenti e alcune cose interessanti, nonché informazioni davvero utili per la classe che il mio insegnante dimentica. Forse è per questo che parteciperò al concorso di storia.

La prossima è la lezione migliore di tutte: la pausa! Abbiamo anche la nostra routine: correre fuori, comprare il pranzo, correre indietro, usare il tempo rimasto per parlare, passeggiare o infilarsi nel recinto e sedersi nel parco della scuola dove nessuno va mai perché pensa di non farcela la recinzione. Quindi è matematica. È scrivere, scrivere, scrivere e studiare… ma lo so e parteciperò anch’io alla competizione, una cosa davvero stupida… Quindi il prossimo argomento: russo. Ci piace, ma è difficile e ogni volta che abbiamo finito, ci sentiamo come se avessimo bisogno di un viaggio al pronto soccorso perché le nostre dita quasi cadevano. PE: Lunedì giochiamo a calcio o pallamano, martedì corriamo e facciamo atletica, mercoledì ping pong, qualunque cosa sia, finiamo per stancarci. Il prossimo è il serbo. È facile. Ci occupiamo solo di grammatica e ortografia… tutto qui. Ci sono due lezioni che mi piacciono molto e sono Geografia e disegno, pittura e scultura (sono impartite come un’unica materia). Abbiamo un insegnante di geografia davvero “stravagante”. Quando i bambini cominciano a scherzare e a scherzare in classe, la maggior parte degli insegnanti li punisce… ma non lei. Si unisce a loro e per di più ci porta fuori a fare battaglie a palle di neve e qualche volta colpisce qualche ragazzo a caso con una palla di neve e qualche volta ne prende uno in faccia. Su D.P.S (questo è ciò che chiamiamo disegno, pittura e scultura) facciamo ogni sorta di cose divertenti come cartapesta, scultura con argilla da modellare e argilla normale, nonché una tecnica di graffito (piombo) per grattare via la vernice nera (spesso eseguita sui muri ).

Nel tempo libero, se così posso chiamarlo, perché non ne ho quasi nessuno (cioè tranne il martedì quando non ho altro che scuola), il lunedì e il giovedì parlo inglese. La scuola di inglese: Helen Doron era un bersaglio . Ho frequentato due scuole di inglese prima e quando ho fondato Helen Doron tutto quello che potevo dire era: oki-doki. Ora lo scrivo in inglese!

Mercoledì, venerdì, sabato e domenica ho basket. Suono in un club chiamato “Cerak“. Non posso mai aspettare abbastanza per il fine settimana perché è il periodo in cui frequento la scuola di fumetto e illustrazione “Đorđe Lobačev”. Quelle sono le dieci ore migliori della settimana. Mi piace molto. Una cosa interessante da sapere è che la domenica dopo aver finito questo articolo, sarò protagonista di un fumetto radiofonico (racconteremo il nostro fumetto alla radio). Quando uscirà, probabilmente sarà finito. Altrimenti accendete la radio Belgrado 1 e ascoltateci.

Non è facile essere adolescenti, ma devi conviverci.


//