Our News
02 Set 2019

La mamma imprenditrice

Si chiama Helen Doron la scuola di inglese per bambini e ragazzi che dal 2010 è approdata a Cernusco. Il successo che ha riscosso fin da subito è merito della titolare, Nikoletta Knapcsek, che grazie alla sua determinazione è riuscita a realizzare un sogno. Una realtà concreta e ormai solida, che è poi un bell’esempio di imprenditoria al femminile. Di origini ungheresi, Nikoletta frequenta una scuola bilingue prima di prendere la laurea in Economia e Commercio che segnerà il suo primo capitolo lavorativo. Nel 1999 inizia infatti a collaborare con una banca di Milano, dove si è nel frattempo trasferita per seguire un ragazzo italiano, il suo attuale marito. Si immerge completamente nel lavoro (trovando comunque il tempo e le energie per prendersi una seconda laurea in Giurisprudenza, materia che da sempre l’appassiona) e ben presto dimostra di che stoffa è fatta ricoprendo ruoli sempre più importanti. La nascita di Carolina, prima figlia, è una vera gioia ma non basta ad arrestare la carriera che procede dritta senza intoppi. Nemmeno Lidia, venuta al mondo due anni dopo, rappresenta un valido motivo per rinunciare al suo lavoro. Sarà invece il terzogenito, Marcello, a provocare nella donna un momentaneo blackout. «A un certo punto ho sentito che dovevo fare qualcosa di più nella mia vita, la carriera non mi bastava e del resto con tre figli iniziavo a perdere colpi» racconta Nikoletta. «Così dopo 12 anni di lavoro in finanza ho lasciato tutto per dedicarmi a questa nuova avventura». L’idea di aprire una scuola di inglese da zero, nasce dalle sue esperienze passate; in contatto fin da piccola con lingue diverse dalla sua e figlia di genitori che a loro volta si erano buttati nell’imprenditoria dopo avere lasciato il loro impiego, per Nikoletta trovare il coraggio di osare dev’essere stato meno azzardato che per altre. Ma non certo facile, soprattutto all’inizio. «E’ stata dura, le prime mamme che venivano a scuola mi chedevano: “Ma come fai”? e molto probabilmente mi prendevano per pazza. Del resto avevo lasciato una stabilità economica e un prestigio non da poco» ci confida Nikoletta, «ma oggi mi guardo indietro e rifarei tutto, anche perché non mi è mai mancato il sostegno da parte di mio marito, che non ha mai giudicato le mie scelte, e di mia madre, che nei primi tempi veniva spesso da Budapest per darmi una mano coi bambini». Bambini che oggi hanno rispettivamente 10, 8 e 5 anni, e che fin da subito hanno adorato il mestiere della mamma. Inutile dirlo, parlano già un inglese impeccabile. «La cosa più bella di questo lavoro è che li posso portare con me» ci spiega, «così socializzano con gli altri e io riesco tranquillamente a gestire tutto».

Si, perché il ruolo principale di Nikoletta nel suo nuovo mondo non è quello di insegnare (anche se potrebbe, dato che possiede la certificazione Hde, come le altre 5 donne che lavorano con e per lei), bensì di gestire e organizzare le attività, i corsi e naturalmente la parte economica. Proprio così. E per lei è tutto naturale. «Nella vita tutto torna utile, la laurea in Economia e Commercio e il lavoro  per una multinazionale sono oggi per me una marcia in più, un bagaglio di esperienza e competenze cui attingo ogni giorno per dare il massimo coi bambini» conclude Nikoletta che non sembra avere alcun rimorso o rimpianto nei confronti della vita che conduceva  fino ai 36 anni. Anzi, prima di lasciarci, ci confida che attualmente sta seguendo un corso di marketing online per tenersi aggiornata. La dimostrazione vivente che tutto si può fare e che non si smette mai, ma proprio mai, di imparare dalla vita.

Prova una Lezione Dimostrativa Gratuita