L’efficacia della musica per studiare inglese con bambini e ragazzi

396 Views

Tempo di lettura: 2 minuti

musica per studiare inglese

Ci sembra incredibile che ci sia ancora chi non usa la musica per studiare inglese. Visto che per noi di Helen Doron la musica è un vero e proprio pilastro didattico, parliamo proprio a chi vuole saperne di più per far cantare i propri bambini e ragazzi e rendere divertente l’apprendimento della lingua inglese.

Perché studiare inglese con la musica

La musica supera barriere linguistiche e connette le persone con melodie e ritmi universali. Infatti, divertirsi con la musica è molto semplice. Ma quando vogliamo usarla come strumento di apprendimento, bisogna fare attenzione e incorporare canzoni e ritmi nella didattica quotidiana. Vediamo i principali effetti didattici della musica.

  • Coinvolgimento naturale
    I bambini e i ragazzi amano naturalmente la musica. Questo li porta ad apprendere rapidamente le parole e le frasi presenti nelle canzoni semplicemente seguendo il ritmo. Magari anche con un balletto! Grazie alla musica, si sentono coinvolti e partecipano con entusiasmo alle lezioni.
  • Memorizzazione potenziata
    La ripetizione ritmica delle parole all’interno di una canzone contribuisce alla memorizzazione a lungo termine. In questo modo, diventa più facile per i bambini ricordare il vocabolario e le strutture linguistiche. È provato che la musica stimola l’attività cerebrale e facilita l’assorbimento delle informazioni. Ti ricordi le canzoncine per imparare l’alfabeto?
  • Accoglienza alla diversità
    Attraverso la musica, i bambini ascoltano storie originali, punti di vista, accenti e stili di comunicazione. Questo rende il loro apprendimento più completo. Inoltre gradualmente hanno la possibilità di aprire la loro mente a percepire quanto sono divertenti le differenze culturali.

Imparare l’inglese dalle canzoni

Quando si è molto piccoli, le canzoni devono essere studiate per avere una funzione didattica. Quindi ti consigliamo di scegliere con attenzione le canzoni che usi per studiare inglese col tuo bambino o con la tua bambina. Sul canale YouTube di Helen Doron trovi tante proposte. Prova a creare la tua playlist e vedrai che sarà tuo figlio o tua figlia a chiederti di ascoltare quelle canzoni molto più spesso di quello che credi. Se invece hai figli un po’ più grandi, magari preadolescenti, usare canzoncine per bambini sarà solo controproducente. La soluzione è solo una: fai scegliere direttamente a loro le canzoni. Magari potreste tradurre assieme una canzone del suo gruppo preferito! Facci sapere come va eh!

Come usiamo la musica per studiare inglese

La musica resta il catalizzatore più potente di tutti per acquisire competenze linguistiche e crescere bene. Helen Doron lo ha capito prima di molte altre scuole. Per questo, ha scelto di mettere la musica al centro del suo metodo, come spiega proprio la fondatrice in persona. «Abbiamo oltre mille canzoni originali che abbiamo scritto. E, con la musica e le parole appositamente messe insieme per i nostri programmi, ci differenziamo da qualsiasi concorrente. I bambini ricorderanno sempre l’inglese grazie a queste canzoni e questo li motiva a venire alle lezioni. Chi non ama cantare canzoni, chi non ama muoversi a ritmo di canzoni? È tutto una questione di divertimento».

 

397 Views
musica per studiare inglese

Ci sembra incredibile che ci sia ancora chi non usa la musica per studiare inglese. Visto che per noi di Helen Doron la musica è un vero e proprio pilastro didattico, parliamo proprio a chi vuole saperne di più per far cantare i propri bambini e ragazzi e rendere divertente l’apprendimento della lingua inglese.

Perché studiare inglese con la musica

La musica supera barriere linguistiche e connette le persone con melodie e ritmi universali. Infatti, divertirsi con la musica è molto semplice. Ma quando vogliamo usarla come strumento di apprendimento, bisogna fare attenzione e incorporare canzoni e ritmi nella didattica quotidiana. Vediamo i principali effetti didattici della musica.

  • Coinvolgimento naturale
    I bambini e i ragazzi amano naturalmente la musica. Questo li porta ad apprendere rapidamente le parole e le frasi presenti nelle canzoni semplicemente seguendo il ritmo. Magari anche con un balletto! Grazie alla musica, si sentono coinvolti e partecipano con entusiasmo alle lezioni.
  • Memorizzazione potenziata
    La ripetizione ritmica delle parole all’interno di una canzone contribuisce alla memorizzazione a lungo termine. In questo modo, diventa più facile per i bambini ricordare il vocabolario e le strutture linguistiche. È provato che la musica stimola l’attività cerebrale e facilita l’assorbimento delle informazioni. Ti ricordi le canzoncine per imparare l’alfabeto?
  • Accoglienza alla diversità
    Attraverso la musica, i bambini ascoltano storie originali, punti di vista, accenti e stili di comunicazione. Questo rende il loro apprendimento più completo. Inoltre gradualmente hanno la possibilità di aprire la loro mente a percepire quanto sono divertenti le differenze culturali.

Imparare l’inglese dalle canzoni

Quando si è molto piccoli, le canzoni devono essere studiate per avere una funzione didattica. Quindi ti consigliamo di scegliere con attenzione le canzoni che usi per studiare inglese col tuo bambino o con la tua bambina. Sul canale YouTube di Helen Doron trovi tante proposte. Prova a creare la tua playlist e vedrai che sarà tuo figlio o tua figlia a chiederti di ascoltare quelle canzoni molto più spesso di quello che credi. Se invece hai figli un po’ più grandi, magari preadolescenti, usare canzoncine per bambini sarà solo controproducente. La soluzione è solo una: fai scegliere direttamente a loro le canzoni. Magari potreste tradurre assieme una canzone del suo gruppo preferito! Facci sapere come va eh!

Come usiamo la musica per studiare inglese

La musica resta il catalizzatore più potente di tutti per acquisire competenze linguistiche e crescere bene. Helen Doron lo ha capito prima di molte altre scuole. Per questo, ha scelto di mettere la musica al centro del suo metodo, come spiega proprio la fondatrice in persona. «Abbiamo oltre mille canzoni originali che abbiamo scritto. E, con la musica e le parole appositamente messe insieme per i nostri programmi, ci differenziamo da qualsiasi concorrente. I bambini ricorderanno sempre l’inglese grazie a queste canzoni e questo li motiva a venire alle lezioni. Chi non ama cantare canzoni, chi non ama muoversi a ritmo di canzoni? È tutto una questione di divertimento».