Stili di Apprendimento: Perché ci sono più modi per imparare l’inglese (e perché è important)

1656 Views

Tempo di lettura: 3 minuti

learning-styles_blogpost-528x266

Fai un salto indietro ai tuoi giorni di scuola. Probabilmente, ti sei seduto in una classe, guardando in avanti, per ore alla volta. Forse il tuo insegnante parlava molto, scriveva cose sulla lavagna e distribuiva appunti. Ma tu? Era facile assorbire e capire le informazioni? Hai passato il tuo tempo a sognare ad occhi aperti, a scarabocchiare o a prendere abbondanti appunti con vari evidenziatori?

Proprio come non siamo tutti uguali nell’aspetto, non impariamo tutti allo stesso modo. Abbiamo diversi stili di apprendimento. Questi stili di apprendimento possono avere un impatto significativo sulla nostra capacità di comprendere e ricordare nuove informazioni o acquisire una nuova lingua.

Il comportamento di un bambino in classe può rivelare molto sui suoi stili di apprendimento. Un modello comunemente usato è VAK, che sta per stili di apprendimento Visivo, Uditivo e Cinestesico.

I studenti visivi imparano guardando e leggendo, i studenti uditivi imparano ascoltando e parlando, e i studenti cinestesici imparano toccando, muovendosi e facendo. Quindi, i studenti visivi amano imparare attraverso il linguaggio scritto (letture e compiti di scrittura), i studenti uditivi spesso parlano da soli, muovendo le labbra e leggendo ad alta voce, mentre i studenti cinestesici sono al meglio quando toccano e si muovono.

Curiosamente, mentre la maggior parte dei bambini userà tutti e tre gli stili, di solito mostreranno una preferenza per uno o due. Il modello VAK fornisce un riferimento rapido e facile per valutare gli stili di apprendimento dei bambini e, cosa più importante, per progettare metodi e esperienze di apprendimento che corrispondano alle loro preferenze.

Quali sono alcuni indicatori comuni degli stili di apprendimento? Quando insegni qualcosa a qualcuno, dai istruzioni scritte al studente visivo, istruzioni verbali al studente uditivo e una dimostrazione allo studente cinestesico prima di lasciarli provare. Diresti: “Mostrami”, “Dimmi” e “Lasciami provare”.

Come possono gli insegnanti utilizzare la loro comprensione degli stili di apprendimento in classe? Offrendo una varietà di attività che soddisfino le diverse esigenze dei bambini. Lo studente visivo ama vedere e osservare – guardando immagini, oggetti e esposizioni. Le attività tipiche includerebbero mostrare un insieme di flashcard mentre i bambini nominano ciò che vedono, giochi in cui i bambini identificano carte rimosse (Cosa manca?) e giochi di memoria.

Lo studente uditivo ama ascoltare e parlare – ascoltare la parola parlata, canzoni, suoni o rumori. Le attività tipiche includerebbero giochi che usano istruzioni. Ad esempio, “cinesini” coinvolge nel dare un’istruzione a un bambino che la passa avanti. L’ultimo bambino a ricevere l’istruzione deve compiere un’azione basata sull’istruzione. Un’altra attività, “giro di cervello”, coinvolge i bambini nell’eseguire movimenti attraverso la linea mediana mentre recitano frasi. (Questo è anche un esercizio cinestesico.)

Lo studente cinestesico ama l’esperienza pratica pratica (toccare, sentire, tenere) che li aiuta ad acquisire nuove informazioni facilmente. È qui che le canzoni con movimenti giocano un ruolo importante. I bambini eseguono movimenti appropriati mentre cantano, associando anche i testi al significato. Nella pantomima, i bambini si alternano nel prendere carte da un mucchio e mimarle, mentre gli altri cercano di indovinare le parole. Giochi divertenti come “Staffetta” e “Mosca cieca” coinvolgono i bambini nell’identificare un oggetto dalla sua descrizione o dal modo in cui si sente (stimolazione tattile).

Se vuoi che tuo figlio acquisisca l’inglese come seconda lingua con facilità, cerca una metodologia di apprendimento che includa tutti e tre gli stili di apprendimento. Le lezioni dovrebbero essere ben ritmate, con un abile mix di attività visive, uditive e cinestesiche, in modo che i bambini si siedano, si alzino, ballino, cantino, si muovano e giochino durante la lezione. Si tratta di mantenere i bambini attivi, coinvolti e divertiti mentre acquisiscono nuove competenze linguistiche. C’è più di un modo per imparare l’inglese – velocemente, facilmente e naturalmente. Per ulteriori informazioni: www.HelenDoron.com

 

 

1657 Views

learning-styles_blogpost-528x266

Fai un salto indietro ai tuoi giorni di scuola. Probabilmente, ti sei seduto in una classe, guardando in avanti, per ore alla volta. Forse il tuo insegnante parlava molto, scriveva cose sulla lavagna e distribuiva appunti. Ma tu? Era facile assorbire e capire le informazioni? Hai passato il tuo tempo a sognare ad occhi aperti, a scarabocchiare o a prendere abbondanti appunti con vari evidenziatori?

Proprio come non siamo tutti uguali nell’aspetto, non impariamo tutti allo stesso modo. Abbiamo diversi stili di apprendimento. Questi stili di apprendimento possono avere un impatto significativo sulla nostra capacità di comprendere e ricordare nuove informazioni o acquisire una nuova lingua.

Il comportamento di un bambino in classe può rivelare molto sui suoi stili di apprendimento. Un modello comunemente usato è VAK, che sta per stili di apprendimento Visivo, Uditivo e Cinestesico.

I studenti visivi imparano guardando e leggendo, i studenti uditivi imparano ascoltando e parlando, e i studenti cinestesici imparano toccando, muovendosi e facendo. Quindi, i studenti visivi amano imparare attraverso il linguaggio scritto (letture e compiti di scrittura), i studenti uditivi spesso parlano da soli, muovendo le labbra e leggendo ad alta voce, mentre i studenti cinestesici sono al meglio quando toccano e si muovono.

Curiosamente, mentre la maggior parte dei bambini userà tutti e tre gli stili, di solito mostreranno una preferenza per uno o due. Il modello VAK fornisce un riferimento rapido e facile per valutare gli stili di apprendimento dei bambini e, cosa più importante, per progettare metodi e esperienze di apprendimento che corrispondano alle loro preferenze.

Quali sono alcuni indicatori comuni degli stili di apprendimento? Quando insegni qualcosa a qualcuno, dai istruzioni scritte al studente visivo, istruzioni verbali al studente uditivo e una dimostrazione allo studente cinestesico prima di lasciarli provare. Diresti: “Mostrami”, “Dimmi” e “Lasciami provare”.

Come possono gli insegnanti utilizzare la loro comprensione degli stili di apprendimento in classe? Offrendo una varietà di attività che soddisfino le diverse esigenze dei bambini. Lo studente visivo ama vedere e osservare – guardando immagini, oggetti e esposizioni. Le attività tipiche includerebbero mostrare un insieme di flashcard mentre i bambini nominano ciò che vedono, giochi in cui i bambini identificano carte rimosse (Cosa manca?) e giochi di memoria.

Lo studente uditivo ama ascoltare e parlare – ascoltare la parola parlata, canzoni, suoni o rumori. Le attività tipiche includerebbero giochi che usano istruzioni. Ad esempio, “cinesini” coinvolge nel dare un’istruzione a un bambino che la passa avanti. L’ultimo bambino a ricevere l’istruzione deve compiere un’azione basata sull’istruzione. Un’altra attività, “giro di cervello”, coinvolge i bambini nell’eseguire movimenti attraverso la linea mediana mentre recitano frasi. (Questo è anche un esercizio cinestesico.)

Lo studente cinestesico ama l’esperienza pratica pratica (toccare, sentire, tenere) che li aiuta ad acquisire nuove informazioni facilmente. È qui che le canzoni con movimenti giocano un ruolo importante. I bambini eseguono movimenti appropriati mentre cantano, associando anche i testi al significato. Nella pantomima, i bambini si alternano nel prendere carte da un mucchio e mimarle, mentre gli altri cercano di indovinare le parole. Giochi divertenti come “Staffetta” e “Mosca cieca” coinvolgono i bambini nell’identificare un oggetto dalla sua descrizione o dal modo in cui si sente (stimolazione tattile).

Se vuoi che tuo figlio acquisisca l’inglese come seconda lingua con facilità, cerca una metodologia di apprendimento che includa tutti e tre gli stili di apprendimento. Le lezioni dovrebbero essere ben ritmate, con un abile mix di attività visive, uditive e cinestesiche, in modo che i bambini si siedano, si alzino, ballino, cantino, si muovano e giochino durante la lezione. Si tratta di mantenere i bambini attivi, coinvolti e divertiti mentre acquisiscono nuove competenze linguistiche. C’è più di un modo per imparare l’inglese – velocemente, facilmente e naturalmente. Per ulteriori informazioni: www.HelenDoron.com