11147 Views

Tempo di lettura: 24 minuti

Le attività per bambini che contribuiscono al loro sviluppo

attività per bambini

Lo sviluppo cerebrale inizia con la nascita e ha una rapida evoluzione fino ai tre anni circa. In ogni fase successiva della crescita, si creano nuove connessioni neurali. Nell’articolo, ti proporremo alcune attività per bambini che ne incoraggiano lo sviluppo.

Quali sono le attività per bambini utili alla loro crescita?

Soprattutto nei primi anni di vita, il gioco, la lettura e la vicinanza dei genitori sono efficaci per coinvolgere in modo attivo i più piccoli.

A ogni fascia di età corrispondono diverse attività da svolgere insieme ai genitori, che possono contribuire alle quattro principali aree di sviluppo:

  1. area fisico-motoria
  2. area linguistica
  3. area socio-emotiva
  4. area cognitiva

Nelle prossime righe, vedremo quali sono le attività specifiche per le diverse età dei bimbi e ti proporremo alcuni consigli utili. Puoi cliccare l’argomento di tuo interesse per leggere subito il paragrafo dedicato.


New call-to-action

Attività per bambini da 0 a 1 mese

Come abbiamo avuto già modo di specificare nella premessa, sono incredibili i progressi a cui si assiste nei primi tre anni di vita dei bambini.

Le attività a supporto del loro sviluppo che i genitori possono proporre sono diverse. Eccone alcune specifiche per gli infanti suddivise nei quattro ambiti.

Attività legate allo sviluppo fisico-motorio

Le attività per neonati che contribuiscono al loro sviluppo fisico-motorio sono passive.

Se è consigliabile che nel sonno – notturno o diurno – i piccoli stiano sdraiati a pancia in su, si possono introdurre alcuni brevi momenti in cui sono svegli e vengono cullati a pancia in giù. Si tratta di un cambio di prospettiva che può sembrare impercettibile, ma si rivela efficace.

Attività legate allo sviluppo linguistico

La comunicazione è un aspetto fondamentale nello sviluppo linguistico. Anche se i neonati non hanno possibilità di articolare un discorso, come è naturale che sia, i genitori possono rispondere ai loro pianti.

Soprattutto quando il pianto non è dovuto a una necessità fisica, come la fame o il cambio del pannolino, attività che alimentano la capacità comunicativa sono:

  • parlare ai bambini
  • cantare delle canzoni
  • fasciarli
  • portarli a fare una passeggiata

In questi casi, occorre prestare attenzione agli eventuali segnali di stanchezza: quando il bimbo distoglie lo sguardo o si agita, forse ha bisogno di dormire.

attività per bambini neonati
Fino ai 3 anni di vita, le competenze linguistiche si sviluppano molto rapidamente, perché in questa fascia di età i bimbi hanno una spiccata capacità di assorbire – proprio come delle spugne – le parole e i suoni ascoltati.

Per questo, se si desidera fare crescere i propri figli bilingue, non è mai troppo presto per iniziare ad abituarli anche a una seconda lingua, ad esempio l’inglese.

Se vuoi approfondire questo tema, che affronteremo anche più avanti su questa pagina, puoi scaricare il nostro eBook gratuito!

Attività legate allo sviluppo socio-emotivo

La parola chiave in questo caso è interazione. In tenera età, ogni attività quotidiana come mangiare, vestirsi o fare il bagnetto può diventare un’occasione di interazione.

Per riprendere il discorso a proposito dello sviluppo linguistico, le coccole, le canzoni, ma anche dei veri e propri discorsi fatti ai neonati li espongono ai suoni e al ritmo di una lingua.

Attività legate allo sviluppo cognitivo

Le occasioni pratiche a disposizione dei genitori per supportare lo sviluppo cognitivo dei neonati sono molte, anche se non nascono con quell’obiettivo specifico.

Alcuni esempi? Parlare mentre ci si muove nella stanza o all’interno della casa, leggere e cantare ai bimbi.

Attività per bambini da 1 a 2 mesi

I consigli per i genitori in questa fascia d’età sono molto simili a quelli proposti per i neonati da 0 a 1 mese, tuttavia ci sono delle aggiunte che possono contribuire a sostenere uno sviluppo sano.

Vediamoli di seguito, di nuovo suddivisi nei quattro ambiti specifici.

Attività legate allo sviluppo fisico-motorio

Le interazioni consigliate tra genitori e bambini da 1 a 2 mesi, per supportarne la crescita fisica e lo sviluppo dal punto di vista motorio sono:

  • coccolare
  • parlare
  • canticchiare

… anche mentre si dà da mangiare, si veste e si fa il bagnetto.

Resta valido il suggerimento di mettere a dormire i bimbi in posizione supina e di cullarli in posizione prona mentre sono svegli, per brevi periodi di tempo.

attività per bambini 1 mese

Attività legate allo sviluppo linguistico

Sorridere, parlare e cantare ai propri figli aiuta a sviluppare le loro abilità linguistiche, così come dare una risposta ai loro pianti (quando non sono causati dalla fame o dal bisogno di essere cambiati), cullandoli, fasciandoli o mettendoli nel passeggino per un’uscita all’aria aperta.

Attività legate allo sviluppo socio-emotivo

Le interazioni sociali in questa fascia di età possono essere incoraggiate con coccole, chiacchiere e canzoni, anche nei momenti della pappa, dei cambi e dei lavaggi.

Attività legate allo sviluppo cognitivo

A questo punto della vita dei piccoli, i genitori  possono mostrare e muovere dei giochi, dando vita a una sorta di spettacolo.

attività per bambini 2 mesi
Sempre validi i consigli di parlare ai bimbi mentre ci si muove nella casa, leggere e cantare a voce alta.

Attività per bambini da 2 a 3 mesi

Prosegue la serie di consigli dedicati allo sviluppo fisico-motorio, linguistico, soci-emotivo e cognitivo dei bimbi. Ecco quelli per la fascia 2-3 mesi.

Attività legate allo sviluppo fisico-motorio

In questa fase, i bimbi vanno posizionati ancora supini nelle ore di sonno. C’è sempre l’opzione di cullarli a pancia in giù, mentre sono svegli.

Per incoraggiare il sollevamento della testa e lo sviluppo della muscolatura cervicale, si possono tenere i giocattoli al livello dello sguardo dei bimbi.

Anche tenere un sonaglio al di sopra del capo li aiuta a muovere le braccia per provare a prenderlo.

In questa fase, i genitori possono iniziare a tenere i bimbi appoggiando i loro piedi a terra, mentre si parla o si canta nella loro direzione.

attività per bambini 3 mesi

Attività legate allo sviluppo linguistico

Oltre a parlare, sorridere spesso e cantare ai bimbi, ai genitori è consigliato dimostrare entusiasmo quando fanno dei versi.

I suoni possono anche essere imitati, ma non va dimenticato di fare anche dei discorsi veri e propri, usando il linguaggio chiaro che si desidera venga assorbito.

Una particolare attenzione va dedicata ai diversi tipi di pianto, per comprendere quando il bimbo ha fame, bisogno di essere cambiato o sonno.

Attività legate allo sviluppo socio-emotivo

Sempre valida la piccola regola di coccolare i bimbi, parlando e cantando all’ora della pappa, del cambio e del bagno.

È il momento di aiutarli a calmarsi da soli – per esempio succhiandosi le dita – e di introdurre delle abitudini, come il sonno notturno più lungo rispetto a quello diurno.

Attività legate allo sviluppo cognitivo

I giochi suggeriti per i bambini da 2 a 3 mesi includono:

  • fare “cucù”
  • inserire uno specchio apposito in culla, in modo che inizino a vedere il proprio riflesso
  • guardare fotografie insieme e descriverle
  • parlare, leggere e cantare ai piccoli

Attività per bambini da 3 a 4 mesi

La lista di giochi ed esercizi suggeriti dopo i primi tre mesi di vita dei bimbi aumenta, ecco di seguito quelle suggerite per i diversi ambiti di sviluppo.

Attività legate allo sviluppo fisico-motorio

Le coccole in questa fase comprendono il tocco gentile da parte dei genitori.

Restano validi i consigli sul sonno supino e su brevi momenti in cui i piccoli possono stare in posizione prona, mentre sono svegli.

Si possono avvicinare alcuni pupazzi, per fare in modo che i bambini si muovano per raggiungerli, sollevando lo sguardo, il capo e le braccia.

Buona l’idea di offrire un dito o un sonaglio apposito, per farlo stringere con le manine.

I giocattoli devono essere soffici, sicuri e colorati, per catturare l’attenzione.

attività per bambini giochi
Vale anche il suggerimento di posizionare i bimbi in piedi, sostenendoli con sicurezza.

Attività legate allo sviluppo linguistico

Osservare i bimbi è fondamentale per coglierne i segnali, interpretarne i pianti e provare a capire quali siano i loro desideri e bisogni.

In quest’ottica, si può proseguire con l’imitazione i versi – dimostrando felicità a ogni suono emesso dai piccoli – e la risposta con frasi di senso compiuto, ma anche le canzoni e la lettura.

Attività legate allo sviluppo socio-emotivo

I genitori possono aiutare i bimbi dai tre ai quattro mesi a tranquillizzarsi, avvicinando alla bocca un ciuccio oppure la loro copertina preferita.

Oltre alle coccole, alle parole e alle canzoni nei momenti di vestizione, dei pasti o del bagno, si introducono dei momenti di contatto pelle contro pelle.

La routine quotidiana si consolida con l’aggiunta di orari precisi per il sonno notturno, i pisolini e i pasti.

Attività legate allo sviluppo cognitivo

È il momento di proporre ai bimbi degli oggetti interessanti da guardare, senza dimenticarsi di parlare con loro mentre ci si muove nella stanza.

Al leggere, cantare e giocare a cucù, si affianca un’osservazione attenta delle scoperte fatte dai piccoli rispetto al proprio corpo: il modo in cui si guardano mani e piedi, inarcano la schiena o provano a spostarsi.

Attività per bambini da 4 a 6 mesi

Tra i quattro e i sei mesi, i bambini iniziano a essere più autonomi in alcune azioni. Pur restando validi tutti i consigli proposti fino a qui, vediamo quali sono le attività specifiche per questa fascia di età, sempre in ordine di ambito.

Attività legate allo sviluppo fisico-motorio

In aggiunta ai suggerimenti già condivisi, ad esempio:

  • le interazioni nei momenti della pappa, del bagnetto e dei cambi
  • il posizionamento supportato dei bimbi in posizione verticale con i piedini a terra
  • l’uso di giochi specifici molto colorati
  • il sonno in posizione supina…

… i giocattoli possono essere lasciati nelle mani dei piccoli, sempre supervisionandoli e aiutandoli se fanno fatica perché di grandi dimensioni.

Attività legate allo sviluppo linguistico

Alle attività di lettura e canto ai bimbi, al gioco del “cucù”, alle reazioni entusiaste ai suoni che emettono e all’osservazione dei segnali, tra i 4 e i 6 mesi si possono aggiungere e il battere insieme le mani.

Attività legate allo sviluppo socio-emotivo

Cominciare a notare cosa piaccia o non piaccia ai propri bimbi è utile per identificare in modo rapido i loro bisogni e sapere come renderli felici.

Sorridere e parlare con loro mentre sono in braccio è un altro consiglio pratico.

attività per bambini 6 mesi
Le routine del sonno e dei pasti si consolidano ulteriormente.

Attività legate allo sviluppo cognitivo

Si possono iniziare a creare degli ambienti sicuri, come una coperta o un tappeto, per permettere ai piccoli di esplorare spazi più ampi della culla e muoversi alla ricerca di giochi e pupazzi.

Il movimento include la presa con le mani e dei calci con i piedi, con uno sguardo sempre attento da parte degli adulti che osservano i gesti del bimbo e possono parlare, cantare o leggere qualcosa.

Attività per bambini da 6 a 9 mesi

Nel terzo trimestre dopo la nascita, i bimbi compiono progressi enormi.

Ecco le attività per incoraggiarli nella crescita.

Attività legate allo sviluppo fisico-motorio

Per aiutare il movimento, si possono posizionare i giochi a una distanza che richieda uno spostamento. Per raggiungerli vale tutto: rotolare, allungarsi, cadere (su una superficie soffice come dei cuscini), provare a gattonare.

La posizione seduta si supporta con l’ausilio di cuscini a sostegno della schiena, con i piccoli che imparano a gestire l’equilibrio, mentre giocano.

I genitori sono invitati a condividere il tappeto con i propri figli almeno una volta al giorno.

In questa fase, i bicchieri specifici per bambini aiutano a renderli semiautonomi nel bere.

Attività legate allo sviluppo linguistico

Quando i bimbi fissano un oggetto con lo sguardo, i genitori possono indicarlo con il dito e parlarne. Questa attività fa parte del metodo efficace per l’insegnamento dell’inglese ai più piccoli, insieme all’incoraggiamento costante.

A tal proposito, se si legge un libro e i bambini emettono dei suoni, è bene congratularsi con loro per la bravura.

attività per bambini 9 mesi

Attività legate allo sviluppo socio-emotivo

Le interazioni con i bimbi tra 6 e 9 mesi devono essere prevedibili e coerenti: benissimo continuare con i sorrisi e le chiacchiere mentre sono in braccio, mangiano, fanno il bagnetto o vengono cambiati.

Le abitudini diventano sempre più definite, insieme alle modalità per farli quando manifestano un disagio: ad esempio offrendo il ciuccio o il loro pupazzo preferito.

Si può introdurre un elemento di reciprocità: ricambiare i sorrisi e le risate o imitare i suoni, per incoraggiarli.

Attività legate allo sviluppo cognitivo

I giochi per questa fase della crescita, oltre al cucù e al battimani, comprendono il supporto della comprensione del meccanismo di causa effetto.

Come fare? Ad esempio, prendendo da terra gli oggetti che i bimbi fanno cadere e restituendoli nelle loro mani.

Attività per bambini da 9 a 12 mesi

Siamo quasi arrivati al compimento del primo anno di età. Vediamo quali sono le attività consigliate per la crescita dei bimbi in questa fase.

Attività legate allo sviluppo fisico-motorio

Lo spazio di esplorazione a disposizione dei bimbi si amplia, ma sempre con la presenza di un adulto, in modo da farli sentire al sicuro.

Per incoraggiarli a provare ad alzarsi in piedi, si possono tenere i piccoli vicini a mobili – avendo cura che siano ben saldi – da usare come leva.

attività per bambini da 9 a 12 mesi

Se non è ancora stato fatto, questo è il momento di rendere ogni ambiente della casa a prova di bambino, chiudendo a chiave le zone e gli oggetti pericolosi e mettendo i fermi ad ante e cassetti.

Attività legate allo sviluppo linguistico

Oltre a ripetere i suoni e le parole dei loro figli, i genitori possono iniziare a praticare il rinforzo positivo, incoraggiando la loro espressione ma pronunciando tutto in modo corretto e chiaro.

Per abituarli agli accenti e ai ritmi specifici della lingua, i consigli sono:

  • fare una sorta di telecronaca delle attività quotidiane
  • leggere insieme dei libri
  • descrivere gli oggetti, gli animali e le persone che catturano lo sguardo del bimbo
  • giocare parlando, cantare e recitare filastrocche

Provare a introdurre una canzone e una filastrocca in inglese è efficace nell’insegnamento della lingua in un momento della vita in cui i piccoli sono molto recettivi e assorbono suoni e vocaboli con estrema naturalezza.

Scopri di più nel nostro eBook gratuito:

New call-to-action

Attività legate allo sviluppo socio-emotivo

Le abitudini e le routine sono importanti in questa fase, perché generano sicurezza nei bimbi, così come la disponibilità, la gentilezza e la sensibilità dei genitori.

È il momento ideale per iniziare a notare le reazioni a persone o situazioni nuove, tranquillizzandoli e facendoli sentire a loro agio sempre.

Le attività ludiche possono introdurre i turni – per familiarizzare con il concetto di altrui – e i nomi dei sentimenti, provando a spiegare ai piccoli che si inizia un gioco perché si pensa che siano annoiati, si va a dormire quando sono stanchi e così via.

Attività legate allo sviluppo cognitivo

I giochi legati allo sviluppo cognitivo dei bimbi da 9 a 12 mesi includono:

  • chiacchiere, canzoni e letture
  • giocare a cucù e a battimani
  • giocare a palla
  • giocare con le macchinine
  • usare le costruzioni, per comprendere la consequenzialità delle azioni

Attività per bambini da 1 anno a 18 mesi

Anche se si tratta di un tema trasversale a ogni fascia di età, vale la pena proporre un approfondimento sul Metodo Montessori che puoi leggere a questo link!

Di seguito, analizziamo i suggerimenti per supportare lo sviluppo dei bimbi dai 12 ai 18 mesi.

Attività legate allo sviluppo fisico-motorio

In una casa a prova di bambino, possono essere introdotti i giochi da spingere, come i carrellini, che supportano i primi passi senza l’ausilio dei genitori.

Attività legate allo sviluppo linguistico

Spiegare ai bambini cosa si sta facendo li aiuta a dare un senso a tutte le attività di routine, come il cambio del pannolino, la scelta dei calzini e l’allacciamento delle scarpe.

Quando si legge un libro, si può lasciare al piccolo il compito di cambiare la pagina, indicando il momento giusto e nominando gli oggetti presenti nelle immagini.

attività per bambini 12-18 mesi

Se il bimbo indica una cosa, ad esempio il gatto dei vicini, e dice “ao”, è bene incoraggiarlo a continuare suggerendo: “sì, è il gatto nero Felix e fa miao”.

Attività legate allo sviluppo socio-emotivo

I bambini a questa età dovrebbero cominciare a:

  • conoscere i limiti e i divieti
  • scegliere (ad esempio il colore della felpa da indossare)
  • socializzare con persone estranee alla famiglia, magari con il supporto del peluche o della copertina preferita
  • ricevere apprezzamenti, a rinforzo dei comportamenti positivi

È anche il momento ideale per farli sedere a tavola con il resto della famiglia, abituandoli per quanto possibile agli orari da rispettare.

Attività legate allo sviluppo cognitivo

I giochi utili allo sviluppo cognitivo sono le forme, i blocchi per le costruzioni e tutto ciò che è manuale (e sicuro per loro).

Il disegno con pastelli a cera o matite colorate può iniziare in questa fascia di età, con la dimostrazione dei genitori che spiegano come realizzare linee e forme, facendo i complimenti ai bimbi per le loro opere.

Altri giochi consigliati:

  • fare cercare i giocattoli nascosti per casa
  • nominare le parti del corpo
  • scoprire quali oggetti stanno a galla mentre si fa il bagnetto
  • incoraggiare il racconto di ciò che osserva dal passeggino o dall’auto
  • cantare canzoni in rima

Ecco nel filmato dei cartoni animati in inglese con canzoni e filastrocche per i genitori che desiderano insegnare questa lingua ai più piccoli.

Attività per bambini da 18 mesi a 2 anni

A tutte le proposte che seguono, vanno applicati i consigli relativi alla messa in sicurezza della casa e degli ambienti in cui si trovano i bimbi. Tra l’anno e mezzo e i due anni di età sono piuttosto scatenati, corrono ed è giusto che siano liberi di sperimentare, senza pericoli.

Attività legate allo sviluppo fisico-motorio

Allo sviluppo fisico-motorio contribuiscono i palloni, da fare calciare, tirare, spingere a terra dai bimbi.

I genitori possono fare le bolle di sapone e invitare i figli a scoppiarle con le mani.

Un piccolo consiglio: durante i pasti, non avere paura di sporcare e lasciali magiare e bere da soli, con bicchieri e cucchiai appositi.

Attività legate allo sviluppo linguistico

I libri servono soprattutto a incoraggiare la parola: chi legge dovrebbe scandire bene le parole, anche se rappresentate in fotografia o nei disegni.

Fare domande ai bambini è utile a rafforzare la loro fiducia in sé stessi. In quest’ottica, meglio non correggere in modo diretto, ma ripetere le parole come le pronuncia il piccolo e poi dirle nel modo giusto, senza giudizio.

Se si scegli di proporre dei giochi in inglese, le canzoni e le filastrocche sono perfette per l’età.

Ecco un esempio:

Attività legate allo sviluppo socio-emotivo

L’ambiente creato dai genitori dovrebbe essere affettuoso, pur prevedendo regole sempre coerenti.

Sono consigliati:

  • baci e abbracci
  • complimenti quando i bimbi si comportano bene
  • descrizione delle emozioni vissute dal piccolo
  • sbilanciamento verso gli incoraggiamenti piuttosto che verso le correzioni o le punizioni

L’empatia e la solidarietà si possono trasmettere grazie alle dimostrazioni pratiche: ad esempio, consolando un altro bimbo che piange.

Attività legate allo sviluppo cognitivo

I giochi utili allo sviluppo cognitivo dei bimbi tra i 18 e i 24 mesi includono:

  • animali di pezza
  • bambole
  • libri
  • palloni
  • puzzle
  • telefoni giocattolo
  • fogli e pastelli
  • nominare gli oggetti e le parti del corpo
  • canzoni e filastrocche

Attività per bambini dai 2 ai 3 anni

In questa fase, i bambini possono essere coinvolti in modo attivo nelle abitudini della famiglia. Vediamo alcuni suggerimenti per la loro crescita sana!

Attività legate allo sviluppo fisico-motorio

Dopo che hanno imparato a camminare bene e si sentono sicuri, i bambini possono fare dei piccoli favori ai genitori e ai fratelli più grandi; per esempio, portare degli oggetti da una stanza all’altra.

Le attività consigliate (anche nei parchi o nei giardini) includono:

  • pallone (da lanciare con le mani e calciare con i piedi)
  • aree giochi con scivoli e altalene
  • arrampicata specifica per i piccoli
  • danza al ritmo delle canzoni – aggiungendo momenti in cui si fanno le statue
  • un, due, tre, stella!
  • bolle di sapone

I genitori possono lasciare che i figli aprano le porte o i cassetti e girino le pagine dei libri.

Attività legate allo sviluppo linguistico

Nelle conversazioni, aumenta la partecipazione da entrambe le parti, con uno scambio di opinioni tra genitori e  figli su ciò che si fa o si guarda insieme.

Se pronunciano in modo non del tutto esatto alcune parole, vanno sempre incoraggiati.

Per esempio: se il piccolo dice “Mamma atto!”, indicando un micio, si può rispondere “Sì, quello è un gatto”, senza giudizi sulla sua pronuncia.

Oppure, se dice “Mamma acqua”, si può articolare la frase e ripeterla così: “Hai sete? Ecco un bicchiere d’acqua!”.

Questa modalità di rinforzo positivo è essenziale anche nell’insegnamento della lingua inglese ai bambini ed è parte integrante del metodo Helen Doron.

I giochi elencati nel punto precedente aiutano a identificare le parti del corpo, i colori e gli animali. Si può continuare a lavorare anche sull’espressione dei sentimenti.

Nell’immagine, puoi vedere un esempio del materiale didattico realizzato in esclusiva da Helen Doron. Associando un colore a ogni emozione del personaggio, i bimbi imparano a essere consapevoli dei loro sentimenti e ad accettarli come parte del loro essere.

attività per bambini 12 mesi

Ecco il cartone animato “Fun with Flupe” che rende molto bene l’idea di come vengano utilizzati i materiali didattici:

Oltre all’insegnamento linguistico, i centri Helen Doron English supportano la socializzazione e lo sviluppo a 360 gradi delle capacità dei bambini, anche in tenera età!

Attività legate allo sviluppo socio-emotivo

Se fanno i capricci, è bene mantenere la calma e provare a consolare i bimbi, mantenendo il punto su ciò che possono e non possono fare.

Resta valido il consiglio di parlare delle emozioni, baciare e abbracciare, premiare i buoni comportamenti – ad esempio l’aiuto nelle faccende domestiche – più che punire quelli sbagliati.

Si possono organizzare appuntamenti con i coetanei per favorire la socializzazione, mettendo a disposizione tanti giochi, per non farli litigare. È normale che i bimbi siano gelosi delle proprie cose, in questa fase!

Attività legate allo sviluppo cognitivo

I bambolotti, i telefoni giocattolo e gli animali di pezza supportano l’interpretazione di ruoli.

Dopo i pastelli, l’aspetto creativo delle attività può includere materiali come:

  • pasta da modellare
  • tempere
  • costruzioni (incoraggiata anche la distruzione!)
  • puzzle semplici
  • forme
  • animali della fattoria

Le canzoni e le filastrocche prevedono l’aggiunta di passi di danza, movimenti e azioni coordinate.

Attività per bambini dai 3 ai 4 anni

Siamo quasi arrivati al termine di questa guida, vediamo come supportare lo sviluppo dei bambini fra i tre e i quattro anni con giochi e attività!

Attività legate allo sviluppo fisico-motorio

I bimbi iniziano a fare le scale, tenendo la mano agli accompagnatori che insegnano anche l’uso del corrimano.

Oltre ai palloni e alle aree gioco specifiche, si possono introdurre i tricicli, con o senza pedali.

Sull’altalena, si può dimostrare come darsi la spinta con le gambe.

Attività legate allo sviluppo linguistico

Il vocabolario e la capacità sintattica aumentano molto in questa fase della crescita: benissimo premiare le frasi lunghe e l’uso di tante parole diverse, per esempio giocando con le rime.

Mentre si leggono libri già conosciuti, si possono aggiungere parti di storie nuove o canzoni. La lettura dovrebbe essere un’attività quotidiana, con l’invito a ripetere alcune parti e sottolineare le più interessanti per i bimbi.

Un’ottima idea è quella di fermare il racconto e lasciare che siano loro a proseguirlo: la memoria dei più piccoli è stupefacente!

Sempre aiutando i figli a vestirsi, i genitori possono dare istruzioni per prendere le giacche o le scarpe nei luoghi in cui sono riposte. Va benissimo anche fare provare gli abiti dei grandi, per giocare a interpretare ruoli diversi.

Si può iniziare a introdurre il concetto di denaro, con soldi finti creati tagliando il cartone delle merendine, per esempio.

Possono essere fatti piccoli accenni all’alfabeto, indicando le lettere e i numeri sugli oggetti quotidiani e associandoli ai nomi propri.

attività per bambini 3-4 anni

Attività legate allo sviluppo socio-emotivo

Continua il lavoro sulle regole e l’aiuto nelle faccende, con piccoli premi quando vengono eseguiti.

L’espressione appropriata dei sentimenti viene supportata dal dialogo, usando i personaggi delle storie lette nei libri come paragone.

Nei giochi con i coetanei, è consigliato introdurre dei turni per l’uso dei giochi.

Quando i bimbi vivono un disagio, è meglio provare ad aiutarli a risolverlo da soli, stando però sempre vicino, in modo da rafforzare la loro fiducia nei confronti degli adulti.

Attività legate allo sviluppo cognitivo

La creatività si incoraggia creando una scatola delle attività con:

  • carta
  • pastelli
  • nastro adesivo
  • pennarelli
  • colla stick
  • nastri e fiocchi
  • libri da colorare
  • forme da ritagliare (insieme agli adulti!)

A questo proposito, abbiamo realizzato un album con alcune attività per decorare la casa in vista delle festività natalizie! Clicca qui per scaricarlo gratis!

Attività per bambini dai 4 ai 5 anni

Eccoci arrivati ai consigli per le attività e i giochi utili alla crescita dei bimbi tra i 4 e i 5 anni. Noterai che c’è una maggiore attenzione alle preferenze dei piccoli, la cui espressione deve essere sempre incoraggiata.

Attività legate allo sviluppo fisico-motorio

Ogni occasione è buona per l’attività fisica, in questa fascia di età.

attività per bambini 4-5 anni

Palloni, aree giochi, parchi, spazi aperti, biciclette o tricicli sono ottime idee, così come il nascondino e la danza libera, al ritmo delle canzoni preferite dai bambini.

Attività legate allo sviluppo linguistico

Oltre alla lettura quotidiana, per aiutare i piccoli a comprendere il concetto di tempo e consequenzialità, i racconti dei genitori devono includere espressioni quali:

  • all’inizio
  • poi
  • alla fine
  • per prima cosa
  • per seconda
  • per terza

Prestare attenzione a ciò che dicono i bimbi è molto importante, come insegnare loro le parole per chiedere aiuto.

Si possono iniziare a usare i colori, le forme e le funzioni degli oggetti come categoria per metterli in ordine.

Prosegue il lavoro sull’alfabeto e i numeri, indicandoli negli oggetti di uso comune e paragonandoli all’età dei bimbi. Ad esempio: “questa è la pagina 5 del libro, 5 come i tuoi anni!”

Attività legate allo sviluppo socio-emotivo

I giochi di ruolo sono consigliati, soprattutto quando i piccoli scelgono in prima persona chi o cosa desiderano interpretare.

Da incoraggiare le occasioni di socialità con altri bambini, la condivisione dei giocattoli e i turni nella scelta delle attività da svolgere.

Se ci sono tensioni con i coetanei, va bene essere presenti e pronti a intervenire, ma è meglio lasciare che provino a gestire il conflitto tra pari.

Attività legate allo sviluppo cognitivo

È il momento del perché. I genitori devono essere pazienti e provare a rispondere sempre alle curiosità dei figli in questa fase.

Se non si conosce una risposta alle domande, le opzioni sono diverse:

  • cercarla insieme
  • provare a farla indovinare ai piccoli, mentre la si cerca
  • ammettere di non saperla

I set di cucine giocattolo, vestiti per le bambole e le costruzioni sono di grande ispirazione per scatenare l’immaginazione. La scatola della creatività (già menzionata per i bimbi da 3 a 4 anni) è sempre una valida alleata: per dimostrare apprezzamento, le opere vanno esposte in casa.

È il momento di lasciare scegliere ai bimbi come vestirli, a cosa giocare e cosa mangiare per merenda.

attività per bambini 4-5 anni

Insieme, si possono contare gli oggetti: i chicchi d’uva, i passi, le scale o i mattoncini delle costruzioni.

Attività per bambini dai 5 ai 6 anni

Eccoci arrivati all’ultimo capitolo di questa guida, con i consigli utili alla crescita dei bimbi tra i cinque e i sei anni.

Attività legate allo sviluppo fisico-motorio

I giochi all’aperto diventano sempre più sfidanti: arrampicata, calcio, nascondino, altalena, bicicletta (con o senza rotelle).

In casa, è il momento perfetto per:

  • costruzioni e puzzle che aiutano i bambini a mettere insieme gli oggetti
  • feste danzanti, anche in famiglia, imitando gli uni le mosse degli altri
Attività legate allo sviluppo linguistico

Oltre alla lettura quotidiana e all’attenzione ai discorsi spontanei dei bimbi, si può chiedere loro di immaginare cosa racconti un libro, osservandone le immagini.

È il momento giusto per insegnare l’indirizzo e il numero di telefono di casa e lasciare che contino da soli gli oggetti.

Attività legate allo sviluppo socio-emotivo

In questa fascia di età, è particolarmente importante aiutare i bimbi a riconoscere le proprie emozioni e controllare i comportamenti.

Vale sempre la regola di valorizzare gli aspetti positivi, più che punire quelli negativi.

Anche introdurre il concetto di attenzione a non fare male agli altri mentre si gioca è fondamentale.

Attività legate allo sviluppo cognitivo

Per consolidare l’idea del tempo, si devono menzionare nei discorsi quotidiani i concetti di:

  • mattina
  • pomeriggio
  • sera
  • notte
  • ieri
  • oggi
  • domani…

… e si può iniziare a creare consapevolezza rispetto ai giorni della settimana.

Sempre utili i giochi di costruzioni, i puzzle e la scatola della creatività (che può includere anche delle forbici sicure per i bambini).

I progetti artistici spaziano dal disegno al collage, usando materiali differenti.

Gli interessi e le preferenze dei bambini vanno assecondate e incoraggiate con le scelte rispetto alle letture e alle attività nel tempo libero – per esempio i parchi faunistici o i musei con percorsi specifici per i più piccoli.


Come tutte le attività che ti abbiamo proposto nell’articolo di oggi, anche i corsi di inglese di Helen Doron sono specifici per incoraggiare i diversi aspetti della crescita dei bimbi.

A questo link puoi trovare le attività per i bimbi da 0 a 4 anni.

Cliccando qui, quelle per i ragazzi dai 4 ai 9.

Se vuoi approfondire il tema dell’inglese per il periodo della scuola primaria, leggi questo articolo!

Desideri saperne di più? Prenota una lezione dimostrativa gratuita. Come genitore potrai scoprire in prima persona il nostro metodo, entrando in aula insieme a tuo figlio e partecipando con lui all’incontro. E non preoccuparti, qualora fosse necessario, i centri Helen Doron sono pronti a offrire le lezioni anche online, collegandosi tranquillamente da casa!

Oltre a imparare l’inglese, aiuteremo tuo figlio a crescere con valori importanti, come la condivisione e l’empatia, e si sentirà più partecipe del mondo globale in cui viviamo oggi.
New call-to-action

[Heateor-SC]
11148 Views

Le attività per bambini che contribuiscono al loro sviluppo

attività per bambini

Lo sviluppo cerebrale inizia con la nascita e ha una rapida evoluzione fino ai tre anni circa. In ogni fase successiva della crescita, si creano nuove connessioni neurali. Nell’articolo, ti proporremo alcune attività per bambini che ne incoraggiano lo sviluppo.

Quali sono le attività per bambini utili alla loro crescita?

Soprattutto nei primi anni di vita, il gioco, la lettura e la vicinanza dei genitori sono efficaci per coinvolgere in modo attivo i più piccoli.

A ogni fascia di età corrispondono diverse attività da svolgere insieme ai genitori, che possono contribuire alle quattro principali aree di sviluppo:

  1. area fisico-motoria
  2. area linguistica
  3. area socio-emotiva
  4. area cognitiva

Nelle prossime righe, vedremo quali sono le attività specifiche per le diverse età dei bimbi e ti proporremo alcuni consigli utili. Puoi cliccare l’argomento di tuo interesse per leggere subito il paragrafo dedicato.

New call-to-action

Attività per bambini da 0 a 1 mese

Come abbiamo avuto già modo di specificare nella premessa, sono incredibili i progressi a cui si assiste nei primi tre anni di vita dei bambini.

Le attività a supporto del loro sviluppo che i genitori possono proporre sono diverse. Eccone alcune specifiche per gli infanti suddivise nei quattro ambiti.

Attività legate allo sviluppo fisico-motorio

Le attività per neonati che contribuiscono al loro sviluppo fisico-motorio sono passive.

Se è consigliabile che nel sonno – notturno o diurno – i piccoli stiano sdraiati a pancia in su, si possono introdurre alcuni brevi momenti in cui sono svegli e vengono cullati a pancia in giù. Si tratta di un cambio di prospettiva che può sembrare impercettibile, ma si rivela efficace.

Attività legate allo sviluppo linguistico

La comunicazione è un aspetto fondamentale nello sviluppo linguistico. Anche se i neonati non hanno possibilità di articolare un discorso, come è naturale che sia, i genitori possono rispondere ai loro pianti.

Soprattutto quando il pianto non è dovuto a una necessità fisica, come la fame o il cambio del pannolino, attività che alimentano la capacità comunicativa sono:

  • parlare ai bambini
  • cantare delle canzoni
  • fasciarli
  • portarli a fare una passeggiata

In questi casi, occorre prestare attenzione agli eventuali segnali di stanchezza: quando il bimbo distoglie lo sguardo o si agita, forse ha bisogno di dormire.

attività per bambini neonati
Fino ai 3 anni di vita, le competenze linguistiche si sviluppano molto rapidamente, perché in questa fascia di età i bimbi hanno una spiccata capacità di assorbire – proprio come delle spugne – le parole e i suoni ascoltati.

Per questo, se si desidera fare crescere i propri figli bilingue, non è mai troppo presto per iniziare ad abituarli anche a una seconda lingua, ad esempio l’inglese.

Se vuoi approfondire questo tema, che affronteremo anche più avanti su questa pagina, puoi scaricare il nostro eBook gratuito!

Attività legate allo sviluppo socio-emotivo

La parola chiave in questo caso è interazione. In tenera età, ogni attività quotidiana come mangiare, vestirsi o fare il bagnetto può diventare un’occasione di interazione.

Per riprendere il discorso a proposito dello sviluppo linguistico, le coccole, le canzoni, ma anche dei veri e propri discorsi fatti ai neonati li espongono ai suoni e al ritmo di una lingua.

Attività legate allo sviluppo cognitivo

Le occasioni pratiche a disposizione dei genitori per supportare lo sviluppo cognitivo dei neonati sono molte, anche se non nascono con quell’obiettivo specifico.

Alcuni esempi? Parlare mentre ci si muove nella stanza o all’interno della casa, leggere e cantare ai bimbi.

Attività per bambini da 1 a 2 mesi

I consigli per i genitori in questa fascia d’età sono molto simili a quelli proposti per i neonati da 0 a 1 mese, tuttavia ci sono delle aggiunte che possono contribuire a sostenere uno sviluppo sano.

Vediamoli di seguito, di nuovo suddivisi nei quattro ambiti specifici.

Attività legate allo sviluppo fisico-motorio

Le interazioni consigliate tra genitori e bambini da 1 a 2 mesi, per supportarne la crescita fisica e lo sviluppo dal punto di vista motorio sono:

  • coccolare
  • parlare
  • canticchiare

… anche mentre si dà da mangiare, si veste e si fa il bagnetto.

Resta valido il suggerimento di mettere a dormire i bimbi in posizione supina e di cullarli in posizione prona mentre sono svegli, per brevi periodi di tempo.

attività per bambini 1 mese

Attività legate allo sviluppo linguistico

Sorridere, parlare e cantare ai propri figli aiuta a sviluppare le loro abilità linguistiche, così come dare una risposta ai loro pianti (quando non sono causati dalla fame o dal bisogno di essere cambiati), cullandoli, fasciandoli o mettendoli nel passeggino per un’uscita all’aria aperta.

Attività legate allo sviluppo socio-emotivo

Le interazioni sociali in questa fascia di età possono essere incoraggiate con coccole, chiacchiere e canzoni, anche nei momenti della pappa, dei cambi e dei lavaggi.

Attività legate allo sviluppo cognitivo

A questo punto della vita dei piccoli, i genitori  possono mostrare e muovere dei giochi, dando vita a una sorta di spettacolo.

attività per bambini 2 mesi
Sempre validi i consigli di parlare ai bimbi mentre ci si muove nella casa, leggere e cantare a voce alta.

Attività per bambini da 2 a 3 mesi

Prosegue la serie di consigli dedicati allo sviluppo fisico-motorio, linguistico, soci-emotivo e cognitivo dei bimbi. Ecco quelli per la fascia 2-3 mesi.

Attività legate allo sviluppo fisico-motorio

In questa fase, i bimbi vanno posizionati ancora supini nelle ore di sonno. C’è sempre l’opzione di cullarli a pancia in giù, mentre sono svegli.

Per incoraggiare il sollevamento della testa e lo sviluppo della muscolatura cervicale, si possono tenere i giocattoli al livello dello sguardo dei bimbi.

Anche tenere un sonaglio al di sopra del capo li aiuta a muovere le braccia per provare a prenderlo.

In questa fase, i genitori possono iniziare a tenere i bimbi appoggiando i loro piedi a terra, mentre si parla o si canta nella loro direzione.

attività per bambini 3 mesi

Attività legate allo sviluppo linguistico

Oltre a parlare, sorridere spesso e cantare ai bimbi, ai genitori è consigliato dimostrare entusiasmo quando fanno dei versi.

I suoni possono anche essere imitati, ma non va dimenticato di fare anche dei discorsi veri e propri, usando il linguaggio chiaro che si desidera venga assorbito.

Una particolare attenzione va dedicata ai diversi tipi di pianto, per comprendere quando il bimbo ha fame, bisogno di essere cambiato o sonno.

Attività legate allo sviluppo socio-emotivo

Sempre valida la piccola regola di coccolare i bimbi, parlando e cantando all’ora della pappa, del cambio e del bagno.

È il momento di aiutarli a calmarsi da soli – per esempio succhiandosi le dita – e di introdurre delle abitudini, come il sonno notturno più lungo rispetto a quello diurno.

Attività legate allo sviluppo cognitivo

I giochi suggeriti per i bambini da 2 a 3 mesi includono:

  • fare “cucù”
  • inserire uno specchio apposito in culla, in modo che inizino a vedere il proprio riflesso
  • guardare fotografie insieme e descriverle
  • parlare, leggere e cantare ai piccoli

Attività per bambini da 3 a 4 mesi

La lista di giochi ed esercizi suggeriti dopo i primi tre mesi di vita dei bimbi aumenta, ecco di seguito quelle suggerite per i diversi ambiti di sviluppo.

Attività legate allo sviluppo fisico-motorio

Le coccole in questa fase comprendono il tocco gentile da parte dei genitori.

Restano validi i consigli sul sonno supino e su brevi momenti in cui i piccoli possono stare in posizione prona, mentre sono svegli.

Si possono avvicinare alcuni pupazzi, per fare in modo che i bambini si muovano per raggiungerli, sollevando lo sguardo, il capo e le braccia.

Buona l’idea di offrire un dito o un sonaglio apposito, per farlo stringere con le manine.

I giocattoli devono essere soffici, sicuri e colorati, per catturare l’attenzione.

attività per bambini giochi
Vale anche il suggerimento di posizionare i bimbi in piedi, sostenendoli con sicurezza.

Attività legate allo sviluppo linguistico

Osservare i bimbi è fondamentale per coglierne i segnali, interpretarne i pianti e provare a capire quali siano i loro desideri e bisogni.

In quest’ottica, si può proseguire con l’imitazione i versi – dimostrando felicità a ogni suono emesso dai piccoli – e la risposta con frasi di senso compiuto, ma anche le canzoni e la lettura.

Attività legate allo sviluppo socio-emotivo

I genitori possono aiutare i bimbi dai tre ai quattro mesi a tranquillizzarsi, avvicinando alla bocca un ciuccio oppure la loro copertina preferita.

Oltre alle coccole, alle parole e alle canzoni nei momenti di vestizione, dei pasti o del bagno, si introducono dei momenti di contatto pelle contro pelle.

La routine quotidiana si consolida con l’aggiunta di orari precisi per il sonno notturno, i pisolini e i pasti.

Attività legate allo sviluppo cognitivo

È il momento di proporre ai bimbi degli oggetti interessanti da guardare, senza dimenticarsi di parlare con loro mentre ci si muove nella stanza.

Al leggere, cantare e giocare a cucù, si affianca un’osservazione attenta delle scoperte fatte dai piccoli rispetto al proprio corpo: il modo in cui si guardano mani e piedi, inarcano la schiena o provano a spostarsi.

Attività per bambini da 4 a 6 mesi

Tra i quattro e i sei mesi, i bambini iniziano a essere più autonomi in alcune azioni. Pur restando validi tutti i consigli proposti fino a qui, vediamo quali sono le attività specifiche per questa fascia di età, sempre in ordine di ambito.

Attività legate allo sviluppo fisico-motorio

In aggiunta ai suggerimenti già condivisi, ad esempio:

  • le interazioni nei momenti della pappa, del bagnetto e dei cambi
  • il posizionamento supportato dei bimbi in posizione verticale con i piedini a terra
  • l’uso di giochi specifici molto colorati
  • il sonno in posizione supina…

… i giocattoli possono essere lasciati nelle mani dei piccoli, sempre supervisionandoli e aiutandoli se fanno fatica perché di grandi dimensioni.

Attività legate allo sviluppo linguistico

Alle attività di lettura e canto ai bimbi, al gioco del “cucù”, alle reazioni entusiaste ai suoni che emettono e all’osservazione dei segnali, tra i 4 e i 6 mesi si possono aggiungere e il battere insieme le mani.

Attività legate allo sviluppo socio-emotivo

Cominciare a notare cosa piaccia o non piaccia ai propri bimbi è utile per identificare in modo rapido i loro bisogni e sapere come renderli felici.

Sorridere e parlare con loro mentre sono in braccio è un altro consiglio pratico.

attività per bambini 6 mesi
Le routine del sonno e dei pasti si consolidano ulteriormente.

Attività legate allo sviluppo cognitivo

Si possono iniziare a creare degli ambienti sicuri, come una coperta o un tappeto, per permettere ai piccoli di esplorare spazi più ampi della culla e muoversi alla ricerca di giochi e pupazzi.

Il movimento include la presa con le mani e dei calci con i piedi, con uno sguardo sempre attento da parte degli adulti che osservano i gesti del bimbo e possono parlare, cantare o leggere qualcosa.

Attività per bambini da 6 a 9 mesi

Nel terzo trimestre dopo la nascita, i bimbi compiono progressi enormi.

Ecco le attività per incoraggiarli nella crescita.

Attività legate allo sviluppo fisico-motorio

Per aiutare il movimento, si possono posizionare i giochi a una distanza che richieda uno spostamento. Per raggiungerli vale tutto: rotolare, allungarsi, cadere (su una superficie soffice come dei cuscini), provare a gattonare.

La posizione seduta si supporta con l’ausilio di cuscini a sostegno della schiena, con i piccoli che imparano a gestire l’equilibrio, mentre giocano.

I genitori sono invitati a condividere il tappeto con i propri figli almeno una volta al giorno.

In questa fase, i bicchieri specifici per bambini aiutano a renderli semiautonomi nel bere.

Attività legate allo sviluppo linguistico

Quando i bimbi fissano un oggetto con lo sguardo, i genitori possono indicarlo con il dito e parlarne. Questa attività fa parte del metodo efficace per l’insegnamento dell’inglese ai più piccoli, insieme all’incoraggiamento costante.

A tal proposito, se si legge un libro e i bambini emettono dei suoni, è bene congratularsi con loro per la bravura.

attività per bambini 9 mesi

Attività legate allo sviluppo socio-emotivo

Le interazioni con i bimbi tra 6 e 9 mesi devono essere prevedibili e coerenti: benissimo continuare con i sorrisi e le chiacchiere mentre sono in braccio, mangiano, fanno il bagnetto o vengono cambiati.

Le abitudini diventano sempre più definite, insieme alle modalità per farli quando manifestano un disagio: ad esempio offrendo il ciuccio o il loro pupazzo preferito.

Si può introdurre un elemento di reciprocità: ricambiare i sorrisi e le risate o imitare i suoni, per incoraggiarli.

Attività legate allo sviluppo cognitivo

I giochi per questa fase della crescita, oltre al cucù e al battimani, comprendono il supporto della comprensione del meccanismo di causa effetto.

Come fare? Ad esempio, prendendo da terra gli oggetti che i bimbi fanno cadere e restituendoli nelle loro mani.

Attività per bambini da 9 a 12 mesi

Siamo quasi arrivati al compimento del primo anno di età. Vediamo quali sono le attività consigliate per la crescita dei bimbi in questa fase.

Attività legate allo sviluppo fisico-motorio

Lo spazio di esplorazione a disposizione dei bimbi si amplia, ma sempre con la presenza di un adulto, in modo da farli sentire al sicuro.

Per incoraggiarli a provare ad alzarsi in piedi, si possono tenere i piccoli vicini a mobili – avendo cura che siano ben saldi – da usare come leva.

attività per bambini da 9 a 12 mesi

Se non è ancora stato fatto, questo è il momento di rendere ogni ambiente della casa a prova di bambino, chiudendo a chiave le zone e gli oggetti pericolosi e mettendo i fermi ad ante e cassetti.

Attività legate allo sviluppo linguistico

Oltre a ripetere i suoni e le parole dei loro figli, i genitori possono iniziare a praticare il rinforzo positivo, incoraggiando la loro espressione ma pronunciando tutto in modo corretto e chiaro.

Per abituarli agli accenti e ai ritmi specifici della lingua, i consigli sono:

  • fare una sorta di telecronaca delle attività quotidiane
  • leggere insieme dei libri
  • descrivere gli oggetti, gli animali e le persone che catturano lo sguardo del bimbo
  • giocare parlando, cantare e recitare filastrocche

Provare a introdurre una canzone e una filastrocca in inglese è efficace nell’insegnamento della lingua in un momento della vita in cui i piccoli sono molto recettivi e assorbono suoni e vocaboli con estrema naturalezza.

Scopri di più nel nostro eBook gratuito:

New call-to-action

Attività legate allo sviluppo socio-emotivo

Le abitudini e le routine sono importanti in questa fase, perché generano sicurezza nei bimbi, così come la disponibilità, la gentilezza e la sensibilità dei genitori.

È il momento ideale per iniziare a notare le reazioni a persone o situazioni nuove, tranquillizzandoli e facendoli sentire a loro agio sempre.

Le attività ludiche possono introdurre i turni – per familiarizzare con il concetto di altrui – e i nomi dei sentimenti, provando a spiegare ai piccoli che si inizia un gioco perché si pensa che siano annoiati, si va a dormire quando sono stanchi e così via.

Attività legate allo sviluppo cognitivo

I giochi legati allo sviluppo cognitivo dei bimbi da 9 a 12 mesi includono:

  • chiacchiere, canzoni e letture
  • giocare a cucù e a battimani
  • giocare a palla
  • giocare con le macchinine
  • usare le costruzioni, per comprendere la consequenzialità delle azioni

Attività per bambini da 1 anno a 18 mesi

Anche se si tratta di un tema trasversale a ogni fascia di età, vale la pena proporre un approfondimento sul Metodo Montessori che puoi leggere a questo link!

Di seguito, analizziamo i suggerimenti per supportare lo sviluppo dei bimbi dai 12 ai 18 mesi.

Attività legate allo sviluppo fisico-motorio

In una casa a prova di bambino, possono essere introdotti i giochi da spingere, come i carrellini, che supportano i primi passi senza l’ausilio dei genitori.

Attività legate allo sviluppo linguistico

Spiegare ai bambini cosa si sta facendo li aiuta a dare un senso a tutte le attività di routine, come il cambio del pannolino, la scelta dei calzini e l’allacciamento delle scarpe.

Quando si legge un libro, si può lasciare al piccolo il compito di cambiare la pagina, indicando il momento giusto e nominando gli oggetti presenti nelle immagini.

attività per bambini 12-18 mesi

Se il bimbo indica una cosa, ad esempio il gatto dei vicini, e dice “ao”, è bene incoraggiarlo a continuare suggerendo: “sì, è il gatto nero Felix e fa miao”.

Attività legate allo sviluppo socio-emotivo

I bambini a questa età dovrebbero cominciare a:

  • conoscere i limiti e i divieti
  • scegliere (ad esempio il colore della felpa da indossare)
  • socializzare con persone estranee alla famiglia, magari con il supporto del peluche o della copertina preferita
  • ricevere apprezzamenti, a rinforzo dei comportamenti positivi

È anche il momento ideale per farli sedere a tavola con il resto della famiglia, abituandoli per quanto possibile agli orari da rispettare.

Attività legate allo sviluppo cognitivo

I giochi utili allo sviluppo cognitivo sono le forme, i blocchi per le costruzioni e tutto ciò che è manuale (e sicuro per loro).

Il disegno con pastelli a cera o matite colorate può iniziare in questa fascia di età, con la dimostrazione dei genitori che spiegano come realizzare linee e forme, facendo i complimenti ai bimbi per le loro opere.

Altri giochi consigliati:

  • fare cercare i giocattoli nascosti per casa
  • nominare le parti del corpo
  • scoprire quali oggetti stanno a galla mentre si fa il bagnetto
  • incoraggiare il racconto di ciò che osserva dal passeggino o dall’auto
  • cantare canzoni in rima

Ecco nel filmato dei cartoni animati in inglese con canzoni e filastrocche per i genitori che desiderano insegnare questa lingua ai più piccoli.

Attività per bambini da 18 mesi a 2 anni

A tutte le proposte che seguono, vanno applicati i consigli relativi alla messa in sicurezza della casa e degli ambienti in cui si trovano i bimbi. Tra l’anno e mezzo e i due anni di età sono piuttosto scatenati, corrono ed è giusto che siano liberi di sperimentare, senza pericoli.

Attività legate allo sviluppo fisico-motorio

Allo sviluppo fisico-motorio contribuiscono i palloni, da fare calciare, tirare, spingere a terra dai bimbi.

I genitori possono fare le bolle di sapone e invitare i figli a scoppiarle con le mani.

Un piccolo consiglio: durante i pasti, non avere paura di sporcare e lasciali magiare e bere da soli, con bicchieri e cucchiai appositi.

Attività legate allo sviluppo linguistico

I libri servono soprattutto a incoraggiare la parola: chi legge dovrebbe scandire bene le parole, anche se rappresentate in fotografia o nei disegni.

Fare domande ai bambini è utile a rafforzare la loro fiducia in sé stessi. In quest’ottica, meglio non correggere in modo diretto, ma ripetere le parole come le pronuncia il piccolo e poi dirle nel modo giusto, senza giudizio.

Se si scegli di proporre dei giochi in inglese, le canzoni e le filastrocche sono perfette per l’età.

Ecco un esempio:

Attività legate allo sviluppo socio-emotivo

L’ambiente creato dai genitori dovrebbe essere affettuoso, pur prevedendo regole sempre coerenti.

Sono consigliati:

  • baci e abbracci
  • complimenti quando i bimbi si comportano bene
  • descrizione delle emozioni vissute dal piccolo
  • sbilanciamento verso gli incoraggiamenti piuttosto che verso le correzioni o le punizioni

L’empatia e la solidarietà si possono trasmettere grazie alle dimostrazioni pratiche: ad esempio, consolando un altro bimbo che piange.

Attività legate allo sviluppo cognitivo

I giochi utili allo sviluppo cognitivo dei bimbi tra i 18 e i 24 mesi includono:

  • animali di pezza
  • bambole
  • libri
  • palloni
  • puzzle
  • telefoni giocattolo
  • fogli e pastelli
  • nominare gli oggetti e le parti del corpo
  • canzoni e filastrocche

Attività per bambini dai 2 ai 3 anni

In questa fase, i bambini possono essere coinvolti in modo attivo nelle abitudini della famiglia. Vediamo alcuni suggerimenti per la loro crescita sana!

Attività legate allo sviluppo fisico-motorio

Dopo che hanno imparato a camminare bene e si sentono sicuri, i bambini possono fare dei piccoli favori ai genitori e ai fratelli più grandi; per esempio, portare degli oggetti da una stanza all’altra.

Le attività consigliate (anche nei parchi o nei giardini) includono:

  • pallone (da lanciare con le mani e calciare con i piedi)
  • aree giochi con scivoli e altalene
  • arrampicata specifica per i piccoli
  • danza al ritmo delle canzoni – aggiungendo momenti in cui si fanno le statue
  • un, due, tre, stella!
  • bolle di sapone

I genitori possono lasciare che i figli aprano le porte o i cassetti e girino le pagine dei libri.

Attività legate allo sviluppo linguistico

Nelle conversazioni, aumenta la partecipazione da entrambe le parti, con uno scambio di opinioni tra genitori e  figli su ciò che si fa o si guarda insieme.

Se pronunciano in modo non del tutto esatto alcune parole, vanno sempre incoraggiati.

Per esempio: se il piccolo dice “Mamma atto!”, indicando un micio, si può rispondere “Sì, quello è un gatto”, senza giudizi sulla sua pronuncia.

Oppure, se dice “Mamma acqua”, si può articolare la frase e ripeterla così: “Hai sete? Ecco un bicchiere d’acqua!”.

Questa modalità di rinforzo positivo è essenziale anche nell’insegnamento della lingua inglese ai bambini ed è parte integrante del metodo Helen Doron.

I giochi elencati nel punto precedente aiutano a identificare le parti del corpo, i colori e gli animali. Si può continuare a lavorare anche sull’espressione dei sentimenti.

Nell’immagine, puoi vedere un esempio del materiale didattico realizzato in esclusiva da Helen Doron. Associando un colore a ogni emozione del personaggio, i bimbi imparano a essere consapevoli dei loro sentimenti e ad accettarli come parte del loro essere.

attività per bambini 12 mesi

Ecco il cartone animato “Fun with Flupe” che rende molto bene l’idea di come vengano utilizzati i materiali didattici:

Oltre all’insegnamento linguistico, i centri Helen Doron English supportano la socializzazione e lo sviluppo a 360 gradi delle capacità dei bambini, anche in tenera età!

Attività legate allo sviluppo socio-emotivo

Se fanno i capricci, è bene mantenere la calma e provare a consolare i bimbi, mantenendo il punto su ciò che possono e non possono fare.

Resta valido il consiglio di parlare delle emozioni, baciare e abbracciare, premiare i buoni comportamenti – ad esempio l’aiuto nelle faccende domestiche – più che punire quelli sbagliati.

Si possono organizzare appuntamenti con i coetanei per favorire la socializzazione, mettendo a disposizione tanti giochi, per non farli litigare. È normale che i bimbi siano gelosi delle proprie cose, in questa fase!

Attività legate allo sviluppo cognitivo

I bambolotti, i telefoni giocattolo e gli animali di pezza supportano l’interpretazione di ruoli.

Dopo i pastelli, l’aspetto creativo delle attività può includere materiali come:

  • pasta da modellare
  • tempere
  • costruzioni (incoraggiata anche la distruzione!)
  • puzzle semplici
  • forme
  • animali della fattoria

Le canzoni e le filastrocche prevedono l’aggiunta di passi di danza, movimenti e azioni coordinate.

Attività per bambini dai 3 ai 4 anni

Siamo quasi arrivati al termine di questa guida, vediamo come supportare lo sviluppo dei bambini fra i tre e i quattro anni con giochi e attività!

Attività legate allo sviluppo fisico-motorio

I bimbi iniziano a fare le scale, tenendo la mano agli accompagnatori che insegnano anche l’uso del corrimano.

Oltre ai palloni e alle aree gioco specifiche, si possono introdurre i tricicli, con o senza pedali.

Sull’altalena, si può dimostrare come darsi la spinta con le gambe.

Attività legate allo sviluppo linguistico

Il vocabolario e la capacità sintattica aumentano molto in questa fase della crescita: benissimo premiare le frasi lunghe e l’uso di tante parole diverse, per esempio giocando con le rime.

Mentre si leggono libri già conosciuti, si possono aggiungere parti di storie nuove o canzoni. La lettura dovrebbe essere un’attività quotidiana, con l’invito a ripetere alcune parti e sottolineare le più interessanti per i bimbi.

Un’ottima idea è quella di fermare il racconto e lasciare che siano loro a proseguirlo: la memoria dei più piccoli è stupefacente!

Sempre aiutando i figli a vestirsi, i genitori possono dare istruzioni per prendere le giacche o le scarpe nei luoghi in cui sono riposte. Va benissimo anche fare provare gli abiti dei grandi, per giocare a interpretare ruoli diversi.

Si può iniziare a introdurre il concetto di denaro, con soldi finti creati tagliando il cartone delle merendine, per esempio.

Possono essere fatti piccoli accenni all’alfabeto, indicando le lettere e i numeri sugli oggetti quotidiani e associandoli ai nomi propri.

attività per bambini 3-4 anni

Attività legate allo sviluppo socio-emotivo

Continua il lavoro sulle regole e l’aiuto nelle faccende, con piccoli premi quando vengono eseguiti.

L’espressione appropriata dei sentimenti viene supportata dal dialogo, usando i personaggi delle storie lette nei libri come paragone.

Nei giochi con i coetanei, è consigliato introdurre dei turni per l’uso dei giochi.

Quando i bimbi vivono un disagio, è meglio provare ad aiutarli a risolverlo da soli, stando però sempre vicino, in modo da rafforzare la loro fiducia nei confronti degli adulti.

Attività legate allo sviluppo cognitivo

La creatività si incoraggia creando una scatola delle attività con:

  • carta
  • pastelli
  • nastro adesivo
  • pennarelli
  • colla stick
  • nastri e fiocchi
  • libri da colorare
  • forme da ritagliare (insieme agli adulti!)

A questo proposito, abbiamo realizzato un album con alcune attività per decorare la casa in vista delle festività natalizie! Clicca qui per scaricarlo gratis!

Attività per bambini dai 4 ai 5 anni

Eccoci arrivati ai consigli per le attività e i giochi utili alla crescita dei bimbi tra i 4 e i 5 anni. Noterai che c’è una maggiore attenzione alle preferenze dei piccoli, la cui espressione deve essere sempre incoraggiata.

Attività legate allo sviluppo fisico-motorio

Ogni occasione è buona per l’attività fisica, in questa fascia di età.

attività per bambini 4-5 anni

Palloni, aree giochi, parchi, spazi aperti, biciclette o tricicli sono ottime idee, così come il nascondino e la danza libera, al ritmo delle canzoni preferite dai bambini.

Attività legate allo sviluppo linguistico

Oltre alla lettura quotidiana, per aiutare i piccoli a comprendere il concetto di tempo e consequenzialità, i racconti dei genitori devono includere espressioni quali:

  • all’inizio
  • poi
  • alla fine
  • per prima cosa
  • per seconda
  • per terza

Prestare attenzione a ciò che dicono i bimbi è molto importante, come insegnare loro le parole per chiedere aiuto.

Si possono iniziare a usare i colori, le forme e le funzioni degli oggetti come categoria per metterli in ordine.

Prosegue il lavoro sull’alfabeto e i numeri, indicandoli negli oggetti di uso comune e paragonandoli all’età dei bimbi. Ad esempio: “questa è la pagina 5 del libro, 5 come i tuoi anni!”

Attività legate allo sviluppo socio-emotivo

I giochi di ruolo sono consigliati, soprattutto quando i piccoli scelgono in prima persona chi o cosa desiderano interpretare.

Da incoraggiare le occasioni di socialità con altri bambini, la condivisione dei giocattoli e i turni nella scelta delle attività da svolgere.

Se ci sono tensioni con i coetanei, va bene essere presenti e pronti a intervenire, ma è meglio lasciare che provino a gestire il conflitto tra pari.

Attività legate allo sviluppo cognitivo

È il momento del perché. I genitori devono essere pazienti e provare a rispondere sempre alle curiosità dei figli in questa fase.

Se non si conosce una risposta alle domande, le opzioni sono diverse:

  • cercarla insieme
  • provare a farla indovinare ai piccoli, mentre la si cerca
  • ammettere di non saperla

I set di cucine giocattolo, vestiti per le bambole e le costruzioni sono di grande ispirazione per scatenare l’immaginazione. La scatola della creatività (già menzionata per i bimbi da 3 a 4 anni) è sempre una valida alleata: per dimostrare apprezzamento, le opere vanno esposte in casa.

È il momento di lasciare scegliere ai bimbi come vestirli, a cosa giocare e cosa mangiare per merenda.

attività per bambini 4-5 anni

Insieme, si possono contare gli oggetti: i chicchi d’uva, i passi, le scale o i mattoncini delle costruzioni.

Attività per bambini dai 5 ai 6 anni

Eccoci arrivati all’ultimo capitolo di questa guida, con i consigli utili alla crescita dei bimbi tra i cinque e i sei anni.

Attività legate allo sviluppo fisico-motorio

I giochi all’aperto diventano sempre più sfidanti: arrampicata, calcio, nascondino, altalena, bicicletta (con o senza rotelle).

In casa, è il momento perfetto per:

  • costruzioni e puzzle che aiutano i bambini a mettere insieme gli oggetti
  • feste danzanti, anche in famiglia, imitando gli uni le mosse degli altri
Attività legate allo sviluppo linguistico

Oltre alla lettura quotidiana e all’attenzione ai discorsi spontanei dei bimbi, si può chiedere loro di immaginare cosa racconti un libro, osservandone le immagini.

È il momento giusto per insegnare l’indirizzo e il numero di telefono di casa e lasciare che contino da soli gli oggetti.

Attività legate allo sviluppo socio-emotivo

In questa fascia di età, è particolarmente importante aiutare i bimbi a riconoscere le proprie emozioni e controllare i comportamenti.

Vale sempre la regola di valorizzare gli aspetti positivi, più che punire quelli negativi.

Anche introdurre il concetto di attenzione a non fare male agli altri mentre si gioca è fondamentale.

Attività legate allo sviluppo cognitivo

Per consolidare l’idea del tempo, si devono menzionare nei discorsi quotidiani i concetti di:

  • mattina
  • pomeriggio
  • sera
  • notte
  • ieri
  • oggi
  • domani…

… e si può iniziare a creare consapevolezza rispetto ai giorni della settimana.

Sempre utili i giochi di costruzioni, i puzzle e la scatola della creatività (che può includere anche delle forbici sicure per i bambini).

I progetti artistici spaziano dal disegno al collage, usando materiali differenti.

Gli interessi e le preferenze dei bambini vanno assecondate e incoraggiate con le scelte rispetto alle letture e alle attività nel tempo libero – per esempio i parchi faunistici o i musei con percorsi specifici per i più piccoli.


Come tutte le attività che ti abbiamo proposto nell’articolo di oggi, anche i corsi di inglese di Helen Doron sono specifici per incoraggiare i diversi aspetti della crescita dei bimbi.

A questo link puoi trovare le attività per i bimbi da 0 a 4 anni.

Cliccando qui, quelle per i ragazzi dai 4 ai 9.

Se vuoi approfondire il tema dell’inglese per il periodo della scuola primaria, leggi questo articolo!

Desideri saperne di più? Prenota una lezione dimostrativa gratuita. Come genitore potrai scoprire in prima persona il nostro metodo, entrando in aula insieme a tuo figlio e partecipando con lui all’incontro. E non preoccuparti, qualora fosse necessario, i centri Helen Doron sono pronti a offrire le lezioni anche online, collegandosi tranquillamente da casa!

Oltre a imparare l’inglese, aiuteremo tuo figlio a crescere con valori importanti, come la condivisione e l’empatia, e si sentirà più partecipe del mondo globale in cui viviamo oggi.
New call-to-action