Scuola di inglese: perchè sceglierla è difficile?

1407 Views

Tempo di lettura: 4 minuti

scuola di inglese

Molti dei genitori che vorrebbero iscrivere i figli a un corso di inglese extrascolastico spesso faticano a trovare una scuola di inglese davvero valida. Perché è così complicato? Quali sono le caratteristiche da ricercare? Scopriamolo.

Come trovare la scuola di inglese migliore per bambini e ragazzi

Scegliere la scuola a cui iscrivere i propri figli non è facile, soprattutto se si tratta di un corso di inglese da svolgere fuori dall’orario scolastico. In questo caso, infatti, oltre a valutare la validità degli insegnanti e dei materiali di studio, è importante riflettere sul metodo utilizzato che non deve risultare noioso per gli studenti.

È fondamentale trovare un’attività stimolante e coinvolgente che non preveda le tipiche lezioni in cui l’insegnante si limita a spiegare concetti e a tradurre parole e frasi.

Per aiutarti, ecco i punti da valutare con attenzione prima di iscrivere i tuoi figli.

La suddivisione per fasce d’età

Potrebbe sembrare banale, eppure non tutte le scuole di inglese prevedono corsi suddivisi per specifiche fasce d’età, con materiali ad hoc per i bisogni e gli interessi di neonati, bambini e ragazzi. Per essere stimolante ed efficace, un corso di inglese deve essere in linea con ciò che interessa alle specifiche età.

I corsi per ragazzi ad esempio non possono escludere l’utilizzo della tecnologia o l’approccio a temi di attualità. Così come i corsi per neonati devono essere strutturati in modo da stimolare le capacità cognitive dei più piccoli.

New call-to-action

L’approccio utilizzato

Il metodo che gli insegnanti adottano per insegnare l’inglese è fondamentale.

Innanzitutto, deve essere il più naturale possibile, basandosi su un approccio immersivo, che richiami il ciclo di apprendimento della lingua madre, ed esponendo bambini e ragazzi alla lingua a 360 gradi. L’esposizione all’inglese deve essere costante e non deve limitarsi alle ore di lezione in aula: anche a casa, qualsiasi momento è perfetto per familiarizzare con espressioni e suoni nuovi.

Ecco perché il coinvolgimento dei genitori è fondamentale: se anche loro sono propensi ad aiutare i figli e a supportarli nel loro percorso di apprendimento, introducendo l’inglese nelle attività quotidiane, le probabilità di successo saranno molto più alte. Questo vale soprattutto per i neonati che hanno davvero la possibilità di imparare l’inglese come fosse la lingua madre e crescere bilingui, grazie alla maggiore elasticità del loro cervello,

Se vuoi approfondire, ecco un video proprio su questo argomento:

I materiali didattici

Con materiali didattici non ci riferiamo solo ai libri (che comunque devono essere scritti da linguisti e pedagogisti), ma anche alla musica, alle canzoni, ai video, ai giochi, ai cartoni animati, alle attività più variegate. Le scuole di inglese all’avanguardia considerano la componente ludica uno degli elementi più importanti per favorire l’apprendimento e coinvolgere grandi e piccini.

I mezzi a disposizione degli insegnanti sono davvero moltissimi per rendere una lezione dinamica e stimolare la curiosità degli alunni, evitando che si annoino. La noia è il peggior nemico dell’apprendimento.

La composizione delle classi

Oltre alla suddivisione per fasce d’età, anche il numero degli studenti per classe è da tenere in considerazione. Se i gruppi sono ristretti, ogni bambino potrà essere seguito nel modo migliore, anche in presenza di disturbi dell’apprendimento.

Per gli insegnanti è importante poter mettere a disposizione il giusto tempo ad ogni studente, dedicando a ognuno le dovute attenzioni. Questo è possibile se la classe è composta da 7 o 8 studenti al massimo.

scuola di inglese

L’esperienza degli insegnanti

I docenti rappresentano il punto di riferimento più importante degli studenti in classe ed è fondamentale che siano certificati e preparati. I genitori dovrebbero verificare che gli insegnanti abbiano seguito un percorso formativo, che siano sempre aggiornati e in possesso delle certificazioni per l’utilizzo del metodo scelto.

E se gli insegnanti non sono madrelingua? Non è importante! Essere madrelingua non significa saper insegnare l’inglese e soprattutto saperlo insegnare ai bambini. Quello che conta è il metodo utilizzato, che deve essere strutturato e certificato.
Ad esempio l’utilizzo del rinforzo positivo è uno degli aspetti da non sottovalutare. Gli insegnanti dovrebbero incoraggiare bambini e ragazzi e dimostrarsi tolleranti e comprensivi anche se commettono qualche errore. Punirli o sgridarli li scoraggia e mortifica, non portando alcun risultato.

La flessibilità dell’offerta

Il 2020 ha dimostrato come la flessibilità e la capacità di reagire ai cambiamenti siano cruciali anche nel settore dell’istruzione. È importante scegliere una scuola di inglese che si dimostri in grado di adattarsi alle situazioni, garantendo la continuità dell’insegnamento anche in un contesto di emergenza, tutelando bambini e genitori. La possibilità di frequentare i corsi anche online in caso di bisogno è un esempio.


Perché, quindi, trovare una scuola di inglese valida è così difficile? La risposta è che sono davvero poche le realtà in grado di offrire tutto ciò di cui abbiamo parlato in questo articolo, garantendo un percorso di apprendimento completo e strutturato.

I centri Helen Doron sono presenti in tutta Italia e offrono programmi specifici che mettono al centro le esigenze di tutti, dai più piccoli ai ragazzi, con strumenti e metodi innovativi.

Vuoi saperne di più? Prenota una lezione dimostrativa gratuita!

New call-to-action

1408 Views
scuola di inglese

Molti dei genitori che vorrebbero iscrivere i figli a un corso di inglese extrascolastico spesso faticano a trovare una scuola di inglese davvero valida. Perché è così complicato? Quali sono le caratteristiche da ricercare? Scopriamolo.

Come trovare la scuola di inglese migliore per bambini e ragazzi

Scegliere la scuola a cui iscrivere i propri figli non è facile, soprattutto se si tratta di un corso di inglese da svolgere fuori dall’orario scolastico. In questo caso, infatti, oltre a valutare la validità degli insegnanti e dei materiali di studio, è importante riflettere sul metodo utilizzato che non deve risultare noioso per gli studenti.

È fondamentale trovare un’attività stimolante e coinvolgente che non preveda le tipiche lezioni in cui l’insegnante si limita a spiegare concetti e a tradurre parole e frasi.

Per aiutarti, ecco i punti da valutare con attenzione prima di iscrivere i tuoi figli.

La suddivisione per fasce d’età

Potrebbe sembrare banale, eppure non tutte le scuole di inglese prevedono corsi suddivisi per specifiche fasce d’età, con materiali ad hoc per i bisogni e gli interessi di neonati, bambini e ragazzi. Per essere stimolante ed efficace, un corso di inglese deve essere in linea con ciò che interessa alle specifiche età.

I corsi per ragazzi ad esempio non possono escludere l’utilizzo della tecnologia o l’approccio a temi di attualità. Così come i corsi per neonati devono essere strutturati in modo da stimolare le capacità cognitive dei più piccoli.

New call-to-action

L’approccio utilizzato

Il metodo che gli insegnanti adottano per insegnare l’inglese è fondamentale.

Innanzitutto, deve essere il più naturale possibile, basandosi su un approccio immersivo, che richiami il ciclo di apprendimento della lingua madre, ed esponendo bambini e ragazzi alla lingua a 360 gradi. L’esposizione all’inglese deve essere costante e non deve limitarsi alle ore di lezione in aula: anche a casa, qualsiasi momento è perfetto per familiarizzare con espressioni e suoni nuovi.

Ecco perché il coinvolgimento dei genitori è fondamentale: se anche loro sono propensi ad aiutare i figli e a supportarli nel loro percorso di apprendimento, introducendo l’inglese nelle attività quotidiane, le probabilità di successo saranno molto più alte. Questo vale soprattutto per i neonati che hanno davvero la possibilità di imparare l’inglese come fosse la lingua madre e crescere bilingui, grazie alla maggiore elasticità del loro cervello,

Se vuoi approfondire, ecco un video proprio su questo argomento:

I materiali didattici

Con materiali didattici non ci riferiamo solo ai libri (che comunque devono essere scritti da linguisti e pedagogisti), ma anche alla musica, alle canzoni, ai video, ai giochi, ai cartoni animati, alle attività più variegate. Le scuole di inglese all’avanguardia considerano la componente ludica uno degli elementi più importanti per favorire l’apprendimento e coinvolgere grandi e piccini.

I mezzi a disposizione degli insegnanti sono davvero moltissimi per rendere una lezione dinamica e stimolare la curiosità degli alunni, evitando che si annoino. La noia è il peggior nemico dell’apprendimento.

La composizione delle classi

Oltre alla suddivisione per fasce d’età, anche il numero degli studenti per classe è da tenere in considerazione. Se i gruppi sono ristretti, ogni bambino potrà essere seguito nel modo migliore, anche in presenza di disturbi dell’apprendimento.

Per gli insegnanti è importante poter mettere a disposizione il giusto tempo ad ogni studente, dedicando a ognuno le dovute attenzioni. Questo è possibile se la classe è composta da 7 o 8 studenti al massimo.

scuola di inglese

L’esperienza degli insegnanti

I docenti rappresentano il punto di riferimento più importante degli studenti in classe ed è fondamentale che siano certificati e preparati. I genitori dovrebbero verificare che gli insegnanti abbiano seguito un percorso formativo, che siano sempre aggiornati e in possesso delle certificazioni per l’utilizzo del metodo scelto.

E se gli insegnanti non sono madrelingua? Non è importante! Essere madrelingua non significa saper insegnare l’inglese e soprattutto saperlo insegnare ai bambini. Quello che conta è il metodo utilizzato, che deve essere strutturato e certificato.
Ad esempio l’utilizzo del rinforzo positivo è uno degli aspetti da non sottovalutare. Gli insegnanti dovrebbero incoraggiare bambini e ragazzi e dimostrarsi tolleranti e comprensivi anche se commettono qualche errore. Punirli o sgridarli li scoraggia e mortifica, non portando alcun risultato.

La flessibilità dell’offerta

Il 2020 ha dimostrato come la flessibilità e la capacità di reagire ai cambiamenti siano cruciali anche nel settore dell’istruzione. È importante scegliere una scuola di inglese che si dimostri in grado di adattarsi alle situazioni, garantendo la continuità dell’insegnamento anche in un contesto di emergenza, tutelando bambini e genitori. La possibilità di frequentare i corsi anche online in caso di bisogno è un esempio.


Perché, quindi, trovare una scuola di inglese valida è così difficile? La risposta è che sono davvero poche le realtà in grado di offrire tutto ciò di cui abbiamo parlato in questo articolo, garantendo un percorso di apprendimento completo e strutturato.

I centri Helen Doron sono presenti in tutta Italia e offrono programmi specifici che mettono al centro le esigenze di tutti, dai più piccoli ai ragazzi, con strumenti e metodi innovativi.

Vuoi saperne di più? Prenota una lezione dimostrativa gratuita!

New call-to-action